"Il campionato va sospeso. Se qualcuno ha provato a combinare la partita va punito e anche severamente. Ma l'eventuale presunto coinvolgimento di altri, senza prove, su indizi peraltro non concordanti, non può condannare una squadra, una città, un popolo".

A chiederlo è il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, con una lettera aperta agli organi calcistici nazionali, dopo la condanna da parte della Corte d'Appello Federale alla revoca del titolo di serie B per la presunta combine in Savona-Teramo.