Sant'Eusanio del Sangro. Domenica sera 2 ladri si erano introdotti nel plesso scolastico di Sant'Eusanio del Sangro per rubare gli strumenti audiovisivi e i computers al suo interno. La rapina era stata però sventata grazie a dei cittadini del posto che, insospettiti dai continui passaggi di una Panda blu, avevano prontamente avvisato i carabinieri e l'amministrazione comunale. Tutto questo è successo Domenica sera, come vi avevamo parlato nel nostro articolo http://www.pescarawebtv.it/magazine/news/tentata-rapina-in-scuola-sventata-dai-cittadini-3102.html

I 2 malviventi, colti in flagranza di reato, erano stati arrestati per ulteriori accertamenti per poi essere rilasciati la sera stessa. Una storia a lieto fine? Purtroppo no. Al risveglio, questa mattina, mentre i primi collaboratori scolastici si apprestavano ad aprire la scuola, la triste scoperta. Dei ladri si sono introdotti nuovamente all'interno della scuola ma questa volta riuscendo a portare a termine il loro colpo. Sul posto ci sono i carabinieri e numerosi cittadini che, non capendo il motivo per il quale il bus non stesse passando questa mattina, sono andati direttamente a scuola a vedere cosa stesse succedendo. Ora si aspettano novità. 

Non è da escludere che i ladri possano essere gli stessi che avevano provato la rapina il giorno prima. Considerando le fantozziane gesta che li hanno contraddistinti la prima volta è probabile che anche questa volta abbiano commesso degli errori grossolani facilitando le forze dell'ordine a trovare degli indizi che portino alla loro colpevolezza. Se così fosse però si mette in luce, ancora una volta, l'emblematico problema di fondo della giustizia italiana e della sua burocrazia.
Com'è possibile arrestare qualcuno in flagranza di reato per poi rilasciarlo dopo poche ore?


Intanto questa mattina a Sant'Eusanio del Sangro rimarranno chiuse sia l'asilo che la scuola elementare. 


©  Credits foto Antonio Anselmi, Amici di Sant'Eusanio del Sangro