Anche l'Abruzzo protagonista alla Conferenza internazionale sul Clima, a Parigi.

La partecipazione della Regione si inserisce nel più ampio programma di lavoro portato avanti dal Servizio Energia dell'ente per diffondere la cultura del risparmio energetico: coinvolti tutti i comuni del territorio.

"La strategia - dice il sottosegretario con delega all'Ambiente, Mario Mazzocca - ha fra i capisaldi lo sviluppo delle energie rinnovabili ed a basso impatto ambientale attraverso l'emanazione di bandi per l'installazione degli impianti di produzione di energia rinnovabile, l'adozione delle migliori tecnologie per il risparmio energetico sia nei servizi pubblici che presso i consumatori privati e la riduzione dei costi per la fornitura di energia e l'inserimento del tema energetico nella strategia di sviluppo economico della Regione".

Tra le altre tematiche chiave la sensibilizzazione dell'attenzione pubblica ad un uso più responsabile dell'energia e la capitalizzazione dei risultati raggiunti dal Servizio Energia nell'ambito del programma comunitario Ipa Adriatico, attraverso il progetto Alterenergy, promuovendo l'integrazione delle strategie messe in campo per la promozione e lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia e del risparmio energetico nelle piccole comunità con altre iniziative nazionali e transnazionali.

La presenza a Parigi, anche su esplicito invito del Ministero dell'Ambiente, vedrà l'Abruzzo protagonista di una serie di eventi ai quali parteciperanno numerosi studiosi ed esperti internazionali.

Nello specifico, la Regione è stata chiamata a organizzare due workshop tematici nell'ambito degli eventi di Fedarene (Federazione Europea delle Agenzie e delle Regioni per l'Energia e l'Ambiente) e, su invito del Mattm, ha organizzato l'evento presso l'Eu Pavillon dal titolo "Partnering with non-state actors for climate change adaptation: which potential in different world regions".