Storia: scoperto un nuovo Imperatore Romano

Foto dell'autore

By Giuseppe Scarpa

Storia: scoperto un nuovo Imperatore Romano

CREDEVAMO DI CONOSCERE TUTTA LA STORIA DI ROMA, INVECE CI SBAGLIAVAMO. UN NUOVO IMPERATORE ROMANO E’ STATO SCOPERTO GRAZIE AGLI ARCHEOLOGI.

Buona notizia per gli amanti della storia e dell’archeologia. Si pensava di aver ricostruito tutta la genealogia degli imperatori romani, ma evidentemente non sapevamo tutto quello che c’era da sapere.

Del resto sono passati più di 1500 anni dalla caduta dell’Impero Romano ed è normale che non tutti i passaggi storici siano stati ricostruiti alla perfezione, nonostante l’enorme mole di scritti e oggetti risalenti all’epoca in cui Roma ha dominato il mondo allora conosciuto.

La scoperta di in nuovo imperatore romano di cui fino ad oggi non si conosceva l’esistenza è avvenuta, come sempre, grazie ad un incredibile ritrovamento arecheologico. Un reperto molto interessante con l’effigie di un imperatore misterioso che può cambiare la storia.

L’imperatore sconosciuto. Si tratterebbe dell’Imperatore Sponsiano nome che fino ad oggi non conosce quasi nessuno, tranne gli addetti ai lavori, che presto potrebbe entrare nei libri di storia. Si tratterebbe di un valoroso comandante militare inviato in Dacia e  divenuto imperatore dopo successi in battaglia come capitava spesso nell’era del tTardo Impero Romano.

Il volto dell’imperatore Sponsiano compare su una serie di quattro monete romane rinvenute in Transilvania, allora Dacia, nel 1713, oggi conservate nel Museo Hunterian di Glasgow donate dal collezionista scozzese William Hunter, mentre Un’altra moneta raffigurante Sponsiano è conservata presso il Museo Nazionale Brukenthal di Sibiu, in Romania.

La prima buona notizia: le monete sono autentiche. Inizialmente si era pensato a dei falsi, ma successivi e approfonditi studi, grazie alla tecnogia, hanno confermato la loro autenticità e l’identità dell’Imperatore Sponsiano.

La seconda buona notizia per gli amanti della numismatica è che le quattro monete d’oro del Museo Hunterian di Glasgow e la moneta del Museo Brukenthal di Sibiu saranno finalmente esposte al pubblico.