Reddito di Cittadinanza 2023, Allarme: non arrivano i soldi a Maggio

Foto dell'autore

By Emilio Parodi

Reddito di Cittadinanza 2023, Allarme: non arrivano i soldi a Maggio

Nel mese di maggio, alcuni percettori del Reddito di Cittadinanza hanno ricevuto una brutta sorpresa: la mancata erogazione dei fondi. Questo fatto, alquanto clamoroso, ha causato panico e confusione tra i beneficiari, che si sono trovati senza il denaro a cui avevano diritto. Tuttavia, a differenza di quanto si possa pensare, esistono delle precise ragioni dietro a questo insolito avvenimento. Vediamo quindi cosa c’è da sapere a riguardo.

La mancata ricarica da parte dell’Inps ha generato molta preoccupazione tra i beneficiari del Reddito di Cittadinanza, i quali non hanno compreso immediatamente le ragioni dietro a questa situazione. Ma quali sono le cause che hanno portato a questa mancanza nonostante l’approvazione da parte dell’Inps? Vediamolo insieme.

Niente Reddito di Cittadinanza a Maggio 2023Le procedure di erogazione del RDC di maggio sono state avviate in anticipo, precisamente il 24 anziché il 25, al fine di garantire l’arrivo dei fondi entro venerdì 26 maggio. Tuttavia, non tutti hanno ricevuto la ricarica come previsto. Alcuni beneficiari hanno notato che nell’importo indicato nella colonna dedicata, compariva la cifra di 0 euro. Questa discrepanza ha generato confusione tra i destinatari del reddito.

L’Inps ha spiegato che tale incongruenza è dovuta alla mancata presentazione da parte dei percettori al Centro per l’impiego, senza giustificato motivo. Infatti, nel Fascicolo Previdenziale, nella sezione dedicata al calcolo dell’importo mensile del RDC, è stata indicata la decurtazione della somma a causa dell’assenza senza giustificazione.

In sostanza, coloro che non si sono presentati al Centro per l’impiego, nonostante la convocazione, vedranno ridotta la somma di denaro prevista per il mese di maggio. Tuttavia, è importante sottolineare che il diritto al sussidio non decade definitivamente, ma può avvenire solo se si verifica nuovamente una situazione simile.