Rata dell’IMU chi sono gli esentati dal pagare le tasse?

Foto dell'autore

By Giuseppe Scarpa

Rata dell’IMU chi sono gli esentati dal pagare le tasse?

Sei tra gli esentati dal pagamento dell’acconto IMU? Forse lo sei e non lo sai ancora.

Il 16 giugno è una di quelle scadenze fisse per milioni di italiani, il giorno in cui molte persone dovranno pagare l’acconto dell’IMU, una delle tasse di cui si è discusso maggiormente in questi ultimi anni: l’imposta municipale sugli immobili. Sono esenti dal pagamento IMU le prime case, ma esistono anche altre eccezioni che potrebbero esentarvi dal pagamento della tassa. La scadenza di giugno si riferisce più precisamente all’acconto dell’Imu (attenzione perchè sarà di sabato quindi vovremo effettuare anticipatamente il pagamento versando il 50% dell’importo totale, per non incorrere in eventuali more. Mentre la seconda rata è prevista il 18 dicembre 2023.

Quali sono i casi in cui non si paga l’IMU? Tutti sanno che la prima casa è esentata dal pagamento dell’Imu, a meno che non si tratti di un edificio di lusso o di un castello. Ma ci sono anche altri casi particolari e alcune novità introdotte dal Governo tramite apposito Decreto, per esentare alcune abitazioni dalla Tassa Municipale per le popolazioni alluvionate di Emilia Romagna, Marche e Toscana. Chi risiede in uno dei comuni specificati dal Decreto del Governo avrà più tempo per pagare l’IMU (bada bene non viene esentato) fino al 31 agosto 2023.

La tassa riguarda le seconde case, le abitazioni affittate o sfitte e nel caso in cui una di esse abbia più proprietari, entrambi dovranno versare una quota dell’imposta con specifici versamenti ‘ad personam’.

È tenuto al pagamento dell’Imu anche un non proprietario che ha però il diritto di abitare in un immobile. Fatto salvo che il giudice non assegni con specifico provvedimento l’abitazione al genitore (in caso di divorzio) che è anche affidatario dei figli.

Chi è esente dal pagamento IMU? Tutte le società che possiedono immobili devono pagare l’IMU, così come anche le imprese del settore dello spettacolo (terminata l’esenzione temporanea legato alla pandemia di Covid). Ma esistono alcune eccezioni:

  1. Le aziende con immobili realizzati o ristrutturati per la vendita e non ancora venduti sono esentati dal pagamento della tassa IMU.
  2. Esentati dal pagamento dell’IMU sono anche i proprietari di immobili occupati abusivamente a patto che sia stata fatta denuncia.
  3. Gli immobili di housing popolare sono sempre esenti dal pagamento dell’IMU
  4. le case di appartenenti a membri delle Forze Armate, non sono soggette a IMU anche se non gli intestatari non vi abitano.
  5. Esenzioni riguardano anche i terreni agricoli di proprietà di coltivatori diretti e imprenditori agricoli.
  6. Per gli immobili dichiarati inabitabili o agibili e per gli edifici di interesse storico e artistico la base imponibile viene dimezzata
  7. Per gli immobili affittati a canone concordato la tassa IMU è ridotta del 25%. Si paga invece l’Imu se un immobile viene concesso in uso gratuito (ridotto del 50% se questo avvienetra genitori e figli).