Carta acquisti 2023, come utilizzarla e cosa si può comprare: elenco completo

Foto dell'autore

By Emilio Parodi

Carta acquisti 2023, come utilizzarla e cosa si può comprare: elenco completo

La Carta Acquisti 2023 rappresenterà uno strumento di grande valore per gli italiani che si trovano in difficoltà economica, offrendo loro un sostegno prezioso. Tuttavia, è importante conoscere cosa si può acquistare e cosa è vietato. Durante la campagna elettorale, il primo ministro attuale, Giorgia Meloni, aveva manifestato l’intenzione di abbandonare la politica dei bonus e degli incentivi che abbiamo visto prevalere durante gli anni drammatici della pandemia da Covid-19. Tuttavia, le condizioni economiche in cui si trovano molti italiani sembrano aver convinto il governo a prendere una direzione opposta.

La Carta Acquisti continua ad essere un prezioso strumento di welfare, offrendo un importo di 40 euro mensili che viene ricaricato con 80 euro ogni due mesi. Questi finanziamenti sono erogati dall’Inps, con un importo massimo annuale che non supera i 480 euro.

Prima di tutto, vediamo quali sono i requisiti necessari per poter usufruire della Carta Acquisti 2023. È richiesto che i beneficiari siano cittadini italiani o di uno Stato dell’Unione Europea, oppure familiari di un cittadino italiano o comunitario. Per gli extracomunitari, è necessario possedere un permesso di soggiorno permanente.

Inoltre, hanno diritto alla Carta Acquisti le persone di età superiore ai 65 anni o coloro che hanno figli di età non superiore a 3 anni. Per quanto riguarda i requisiti economici, occorre avere un ISEE inferiore a 7.640,18 euro o un patrimonio mobiliare entro i 15.000 euro dell’ISEE. È consentito possedere al massimo un’autovettura o una casa e non avere più di un contratto per il gas o l’elettricità intestato.

Passiamo ora a vedere concretamente quali spese possono essere effettuate utilizzando la Carta Acquisti 2023. È importante sottolineare che si tratta di un incentivo per l’acquisto di beni di prima necessità presso supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard. Tuttavia, in un periodo caratterizzato da aumenti dei prezzi delle bollette, è rilevante sapere che è possibile utilizzare la carta anche per pagare le bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali.

Per quanto riguarda l’acquisto di generi alimentari, è possibile acquistare carne, pesce, uova, latte e i suoi derivati come formaggi e yogurt. Inoltre, è consentito l’acquisto di prodotti da forno, biscotti, pasta, riso, orzo, farro, avena, malto, mais e cereali in generale. Sono inclusi anche farine, verdure, ortaggi, frutta, alimenti per bambini e prodotti per l’infanzia. In sintesi, la Carta Acquisti consente di fare una spesa completa che comprende anche zucchero, sale, miele, acqua e caffè.

Questa iniziativa rappresenta un vero sollievo per numerosi italiani, soprattutto considerando che l’erogazione del Reddito di Cittadinanza sarà notevolmente ridotta. Tuttavia, come accade per la maggior parte dei bonus e degli incentivi, è importante notare che la Carta Acquisti 2023 esclude categoricamente l’acquisto di beni futili come giochi elettrodomestici, così come l’acquisto di alcolici e altri generi alimentari non essenziali.

La Carta Acquisti 2023 si conferma quindi uno strumento prezioso per sostenere coloro che si trovano in difficoltà economica, offrendo la possibilità di soddisfare le esigenze di base attraverso l’acquisto di beni alimentari di prima necessità. Questa iniziativa governativa mira a garantire un aiuto concreto alle famiglie italiane che affrontano difficoltà finanziarie, offrendo un sostegno nell’acquisto di prodotti essenziali per la loro sopravvivenza e benessere.

La Carta Acquisti 2023 rappresenta solo uno dei numerosi strumenti e programmi di welfare disponibili, volti a fornire un aiuto concreto alle persone che si trovano in condizioni economiche precarie. La sua implementazione dimostra l’attenzione del governo verso coloro che necessitano di sostegno e il continuo impegno per affrontare le sfide socio-economiche che il paese affronta.