Duecento lire rare: controlla nel cassetto se ne hai una così, potrebbe valere una fortuna

Foto dell'autore

By Emilio Parodi

Duecento lire rare: controlla nel cassetto se ne hai una così, potrebbe valere una fortuna

Parliamo di monete rare, e questa volta ci focalizziamo sulle 200 lire in particolare. Se possedete un esemplare come descritto nell’articolo, potrebbe valere molto in caso di vendita. Scopriamo tutti i dettagli nelle prossime righe.

Mentre ci sono monete da 100 lire che possono raggiungere un valore di 20.000 euro, ci chiediamo quanto potrebbero valere le 200 lire. Scopriamolo insieme.

L’ultima versione delle 200 lire è quella che conosciamo bene. Sono state coniate in Bronzital, una speciale lega di bronzo composta da alluminio e rame, e sono state introdotte per la prima volta nel 1977. Quindi, controllate i vostri cassetti, vecchi salvadanai, soffitte o qualche baule, perché se avete una di queste monete rare, sicuramente ci saranno molti collezionisti interessati all’acquisto.

Una delle monete da 200 lire più rare è quella del 1977, che presenta la scritta “Prova” sul retro. Il suo valore si aggira intorno agli 850 euro, mentre le versioni più comuni valgono solo 1 euro.

Ma perché questa differenza così significativa? Le 200 lire coniate nel 1977 sono state circa 16 milioni, mentre quelle con la scritta “prova” sono state solo 1.500 esemplari. Pertanto, se avete una di queste versioni “prova” in Fior di Conio, il suo valore sarà di 850 euro. Se invece è danneggiata, il valore diminuirà.

Un’altra moneta molto famosa è quella del 1978, che presenta un difetto di conio: una mezzaluna sotto il capo di una donna. Se la moneta presenta questo raro dettaglio, potrebbe valere circa 300 euro. Se il dettaglio non è presente, il valore scende a solo 1 euro.

Le monete da 200 lire del 1979, se sono in Fior di Conio, valgono circa 140 euro. Ci riferiamo a quelle che raffigurano una testa rasata. Allo stesso tempo, quelle che non presentano la firma dell’incisore valgono circa 90 euro.

Ci sono anche le 200 lire coniate dalla FAO, che attualmente valgono circa 2 euro, oppure quelle del 1999 coniate per la Tutela del Patrimonio Artistico dei Carabinieri, che valgono circa 4 euro.

“200 lire Commemorative dell’Arma dei Carabinieri con errori di conio”
La moneta commemorativa da 200 lire del 1994 dell’Arma dei Carabinieri, in Fior di Conio, è già di per sé difficile da trovare, ma se ne avete una che presenta errori di conio come elementi evanescenti o escrescenze metalliche, potrebbe valere davvero molto!

Su siti di e-commerce come Etsy o Ebay, è possibile trovare alcuni rari esemplari all’asta a prezzi davvero interessanti. Parliamo di cifre che, al momento in cui scriviamo, si aggirano intorno ai 1.500 euro, sempre in Fior di Conio. Basta fare una rapida ricerca su questi siti, impostare il filtro di ricerca “dal valore più alto” o “dal più caro”, e si potrà visualizzare l’elenco dei modelli di maggior pregio.