Visa e ConsenSys studiano programma pilota per un valuta digitale delle banche centrali

Visa e ConsenSys, startup di software blockchain, stanno lavorando per sviluppare un programma pilota di valuta digitale della banca centrale (CBDC) per esplorare applicazioni al dettaglio come carte e portafogli.

Entrambe le aziende si incontreranno prima con 30 banche centrali per discutere gli obiettivi che i governi sperano di raggiungere con la valuta digitale sostenuta dal governo. Il programma pilota dovrebbe iniziare nella primavera di quest’anno.

Visa ha annunciato giovedì che porterà i suoi servizi crittografici al livello successivo collaborando con la società di software blockchain Consensys per creare una banca centrale di valuta digitale (CBDC). In particolare, il gigante dei pagamenti prevede di lanciare una “sandbox CBDC” in primavera, dove le banche centrali possono provare la tecnologia dopo averla coniata sulla rete Quorum di Consensys.

I clienti saranno in grado di utilizzare la loro carta Visa legata al CBDC o il portafoglio digitale ovunque Visa sia accettata a livello globale, secondo Catherine Gu, capo del CBDC di Visa, che ha parlato con ConsenSys.

Gu ha detto che “se avrà successo, il CBDC potrebbe espandere l’accesso ai servizi finanziari e rendere gli esborsi del governo più efficienti, mirati e sicuri – questa è una proposta attraente per i responsabili politici”. Ricordiamo che un CBDC è un tipo di asset della banca centrale che viene emesso in forma digitale e può essere utilizzato dal pubblico, paragonabile al dollaro USA.

La decisione arriva mentre i regolatori di tutto il mondo lottano per capire come trattare i CBDC in un paesaggio finanziario in evoluzione dominato dalle criptovalute. L’idea che le criptovalute e il denaro digitale sconvolgeranno i mercati finanziari o sostituiranno la valuta fiat è una questione importante.

Mastercard ha altresì annunciato il lancio di una piattaforma di test CBDC nel 2020, che ha permesso alle banche di simulare l’emissione, la distribuzione e lo scambio di CBDC tra banche, fornitori di servizi finanziari e consumatori.

Se Visa dovesse avere successo successo, potrebbe aiutare a colmare il divario tra le banche centrali e le istituzioni finanziarie. Nell’ultimo anno e mezzo, il numero di paesi che indagano sui CBDC è più che raddoppiato. Secondo il CBDC tracker dell’Atlantic Council, almeno 87 paesi diversi – che rappresentano il 90% del PIL globale – stanno considerando la tecnologia finanziaria in qualche modo.

La Cina ha già avviato una serie di iniziative pilota di yuan digitale e prevede di accettare la valuta per le Olimpiadi invernali di Pechino. La Nigeria e le Bahamas hanno i loro CBDC in circolazione.

All’inizio di dicembre, Visa ha annunciato la formazione di una pratica di consulenza cripto in tutto il mondo per assistere le istituzioni finanziarie nello sviluppo delle loro operazioni di criptovaluta con la crescita della domanda di beni criptovalutari.

 

L’articolo Visa e ConsenSys studiano programma pilota per un valuta digitale delle banche centrali è apparso per la prima volta su Criptovalute News


Source link

Check Also

Bitcoin tenta il rialzo ma rimangono aperte le possibilità di un test ribassista a 29.000 dollari

Il Bitcoin sta cercando di recuperare quota al di sopra della resistenza di 30.000 dollari. …