Mercury utilizzerà il sistema On-Demand Liquidity di Ripple

Mercury, una piattaforma di pagamenti internazionali, utilizzerà il sistema On-Demand Liquidity di Ripple. La notizia ha iniziato a circolare nel corso delle ultime ore, dopo l’approvazione dell’ente di regolamentazione del settore fintech in Sudafrica.
L’accordo prevede anche il coinvolgimento dell’exchange VALR e si propone come obiettivo l’abbattimento delle commissioni e dei tempi tecnici necessari alle transazioni in ambito bancario. Un obiettivo il quale è del resto sin dal debutto perseguito con grande vigore da Ripple.
Si tratta di un notevole colpo in termini di immagine, in un momento in cui l’azienda californiana si trova a dover affrontare la causa intentata dalla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. Derivante in particolare dalla vendita di titoli non autorizzati da parte di Ripple Labs. Una vicenda tutt’ora in corso e che continua a pendere come una spada di Damocle, nonostante l’atteggiamento di sicurezza che trapela dalla società.

Ripple: cosa sta accadendo?

La resilienza di Ripple rappresenta una sorpresa di non poco conto. Soprattutto alla luce delle fosche previsioni che erano state formulate da più parti una volta trapelata la notizia della causa intentata dalla SEC ai suoi danni.
Se il 2020 si era chiuso con numeri molto positivi, a partire dalle oltre 3 miliardi di transazioni su RippleNet, cinque volte più che nell’anno precedente, il 2021 si è aperto sotto i migliori auspici, in particolare nell’area asiatica che guarda all’Oceano Pacifico. Ove si fa notare soprattutto l’accordo stretto con Mobile Money.
A conferma, secondo alcuni, del fatto che il procedimento legale di cui è oggetto non ha particolare rilevanza nella storia dell’azienda, da sempre proiettata verso l’esterno del territorio statunitense.

L’acquisizione del 40% di Tranglo da parte di Ripple

Altro notevole colpo per Ripple è stato l’acquisizione di una quota di minoranza di Tranglo, un network di pagamenti asiatico. L’acquisto del 40% della società, infatti, secondo gli analisti è in grado di aiutare la penetrazione dell’azienda guidata da Brad Garlinghouse anche nelle Filippine e in altri Paesi del sud-est asiatico.
Una volta completata l’operazione, che prevede l’approvazione da parte delle autorità locali, l’uomo incaricato da Ripple per fare da tramite tra le due realtà, Brooks Entwistle, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione, insieme al vicepresidente del Product and Delivery di Ripple, Amir Sarhangi.
Il tutto nell’ambito di una affermazione sempre più forte sui mercati emergenti vista evidentemente come un passo fondamentale dal management di Ripple.

XRP continua a crescere

Intanto, XRP continua a crescere, nonostante la causa della SEC. Attualmente si trova all’ottavo posto della classifica di CoinMarketCap relativa alla capitalizzazione di mercato, stabilmente oltre la soglia di 0,60 dollari. Un livello notevolmente più alto rispetto a quello di cui godeva quando la notizia è trapelata. Se è ancora lontanissimo dai livelli record raggiunti nel gennaio del 2018, la sua tenuta sembra ampiamente smentire le fosche previsioni prevalenti qualche settimana fa.
Il tutto mentre da fonti aziendali inizia a trapelare fiducia sull’esito della causa. Resta però da vedere quello che accadrà realmente nel corso della vertenza. In caso di una sconfitta, infatti, appare difficile che il progetto non sia costretto a scontare conseguenze non solo in termini di immagine, ma anche pratici. A partire dal rapporto con i tanti exchange crypto che hanno già provveduto a depennare XRP dalle proprie contrattazioni.
Proprio per questo motivo lo spazio crittografico continua a guardare con grande interesse agli eventi. Con un atteggiamento non proprio benevolo verso Ripple.

L’articolo Mercury utilizzerà il sistema On-Demand Liquidity di Ripple è apparso per la prima volta su Criptovalute News


Source link

Check Also

CTO di Ripple: difficile aprire nuovi business sulle crypto in USA

Il CTO di Ripple David Schwartz in una nota ha affermato che potrebbe essere sempre …