IOTA in crescita dopo l’adozione dello staking

In un momento non proprio esaltante per il mercato delle criptovalute, c’è una importante eccezione, quella di IOTA. Il token che si propone di servire per i tanti micropagamenti che caratterizzano l’Internet of Thing (IoT), è infatti in notevole crescita ormai da giorni.
Una crescita favorita dall’entrata in vigore delle ricompense per lo staking, dopo l’annuncio del 21 dicembre relativo all’avvio dell’integrazione di questa funzione all’interno del suo network, mediante il rilascio della nuova versione di FireFly, la 1.3.0. Andiamo quindi a vedere meglio cosa stia accadendo e perché IOTA ne trae beneficio.

Lo staking di IOTA

Da oggi in avanti, i detentori di IOTA possono mettere i propri token in staking ricevendo in cambio ASMB, ovvero le monete virtuali dell’Assembly NetworkSMR, i token dello Shimmer Network. Occorre però specificare che per poter trarre reale vantaggio dall’operazione occorre attendere che le due reti entrino in funzione, evento previsto entro il 2022. Nel frattempo, chi è interessato potrà accumulare gettoni i quali prospettano ritorni economici di notevole interesse.

I ritorni dello staking di IOTA

Quali sono i rendimenti previsti per lo staking di MIOTA? Per quanto concerne ASMB, il token nativo del network Assembly, la sua dotazione totale ammonta a 100 milioni di esemplari destinati ad essere distribuiti in un arco temporale di 5 anni. Il 20% di essi, saranno distribuiti a chi farà staking utilizzando MIOTA, con un rapporto di 0,000004 ASMB ogni 10 secondi. Occorrerà raggiungere il corrispettivo di un dollaro in ASMB per avere diritto alla riscossione della ricompensa per mezzo di airdrop.
Per quanto riguarda SMR il suo compito sarà invece quello di agevolare le transazioni sullo staging network e di fare da base anche nello sviluppo dell’ecosistema di IOTA per quanto riguarda la DeFi e gli NFT (Non Fungible Token). Nel corso dei primi 90 giorni ogni MIOTA messo in staking andrà a generare 1 SMR ogni 10 secondi. Sarà necessario il conseguimento di almeno 10milioni di SMR per riscuotere la ricompensa via airdrop.

Le prospettive di IOTA ne escono sensibilmente rafforzate

Con l’avvio delle ricompense legate allo staking, IOTA avvia una nuova fase, nel corso della quale dovrebbe sensibilmente rafforzarsi. Contrariamente ad altre, questa criptovaluta non si propone alla stregua di un progetto puramente speculativo, bensì di ritagliarsi una reale funzione nella vita di tutti i giorni. Tale funzione è quella di strumento di pagamento nella miriade di operazioni che caratterizzano i dispositivi che fanno riferimento all’Internet of Thing.
Per capire meglio la realtà che si propone di servire il token, basterà ricordare l’ultimo rapporto di Juniper Research. Secondo il quale il numero di dispositivi IoT dovrebbe raggiungere la cifra totale di 46 miliardi entro la fine dell’anno. Rispetto al 2016 l’aumento registrato si attesta nell’ordine del 200%. Mentre nel 2030 tale cifra dovrà essere aggiornata a 125 miliardi.

Le collaborazioni di IOTA

A ulteriore conferma della notevole lungimiranza del gruppo di lavoro raccolto intorno al progetto, occorre anche ricordare come IOTA sia stata in grado nel corso di questi anni di inaugurare prestigiose collaborazioni con aziende di spicco. A partire da Dell e Jaguar, evidentemente interessate all’ambito di applicazione di IOTA, ovvero quell’Internet of Things il quale si appresta a diventare sempre più centrale nella vita di ogni giorno. In cui una miriade di dispositivi possono essere utilizzati per le più svariate funzioni. IOTA si propone proprio di fungere da strumento di pagamento per questo genere di microtransazioni. Non stupisce quindi l’interesse riscosso, anche sui mercati finanziari. Come dimostra il trend attuale.

 

L’articolo IOTA in crescita dopo l’adozione dello staking è apparso per la prima volta su Criptovalute News


Source link

Check Also

Bitcoin ha toccato il fondo del 2022 e inizierà a riprendere quota?

Bitcoin ha iniziato un’altra tendenza alla ripresa che lo ha portato a posizionarsi nuovamente sopra …