Intervista Silvia J. : Non mi Ricordo più di Te

 

-Ciao Silvia, grazie per aver accettato di rispondere a queste domande su di te e sul tuo primo romanzo. Raccontaci un po’: dietro al mondo della scrittura, chi è Silvia? 

È un piacere, grazie a voi per lo spazio che mi state dedicando. 

Allora, dietro il mondo della scrittura Silvia è sicuramente una ragazza tanto sognatrice, romantica, determinata e abbastanza nomade. Sono laureata in Design e Moda, passione che mi ha portata fino in Cina, luogo dove ho conosciuto mio marito Liang Jun, un fashion designer di origine cinese. Vivo principalmente a Shanghai dove è nato il mio primo romanzo e dove, fino a poco tempo fa, lavoravo come fashion designer. Prima dell’esperienza cinese ho vissuto per un breve periodo in Australia, nazione che sognavo di visitare fin dalla tenera età di otto anni e luogo in cui la mia vita è iniziata a cambiare radicalmente; a questo punto avrete capito che ho le mie buone ragioni quando mi descrivo come sognatrice, romantica, nomade e determinata. Oltre alla passione per la scrittura e la moda mi piace molto studiare le lingue, italiano a parte, parlo inglese, mandarino e di recente ho iniziato a studiare un po’ di spagnolo. Nel mio modo di vedere le cose le lingue, come la scrittura e anche la moda, hanno tutte in comune il fatto di essere potenti mezzi che ognuno di noi ha a disposizione per esprimersi, forse è proprio questa la caratteristica che più mi affascina di ognuna di queste discipline e che mi ha spinto a farle diventare una parte importante del mio stile di vita. 

-Qual è stato il momento in cui hai deciso di mettere su carta la storia di Joy, la make-up artist protagonista di “Non mi ricordo più di te”?

La stesura del mio romanzo è iniziata per gioco, nel vero senso della parola. Avevo scaricato una APP , un gioco appunto , che mi permetteva di leggere storie in inglese e deciderne il finale. Avevo scaricato questo gioco principalmente per praticare l’inglese nei momenti morti, le storie di questa APP però lasciavano molto a desiderare così, un po’ scherzando, un giorno pensai che forse avrei fatto bene a scrivere una storia tutta mia. Giorno dopo giorno però, iniziai a ripensare a quell’idea e a eventuali dettagli di un’ipotetica storia fino a quando un giorno presi il PC in mano e iniziai a scrivere. 

– Questa esilarante commedia romantica è il tuo romanzo d’esordio. Quando nasce, invece, la tua passione per i libri e per la scrittura?

Diciamo che per quanto riguarda la scrittura è stata da sempre un po’ latente in me. Da piccola infatti ero la classica ragazzina che riempiva diari e diari con quelli che erano i suoi pensieri, idee sogni, come vi dicevo prima scrivere, come disegnare, mi fa stare bene è un modo importante di  esprimermi. Durante l’università poi, avevo iniziato la stesura di un libro, una sorta di fantasy, purtroppo però, un giorno il mio portatile decise di rompersi e così persi tutto il mio lavoro.  La Silvia lettrice invece ci ha messo più tempo a maturare, avevo letto diversi libri in passato ma è solo da qualche anno che mi sono ritrovata letteralmente a passare notti in bianco a leggere.

– Quanto ti somiglia Joy, la protagonista di questo romanzo?

Sicuramente Joy, come me, crede nell’amicizia ed è una pasticciona, che però al momento giusto sa essere molto determinata nel rimediare ai suoi errori. Non essendo un romanzo autobiografico le vicende della protagonista non hanno molto a che fare con la mia vita, tuttavia ci sono tanti pezzettini di me nascosti qui e lì tra le righe del libro, come per esempio il momento in cui si ritroverà lontana dalla sua città e dai suoi affetti, oppure nei dialoghi con la sua migliore amica, nei luoghi che visita e soprattutto in alcuni dettagli del suo rapporto con il protagonista maschile, di cui preferisco non fare il nome visto che nel libro ci sono ben due figure maschili importanti, David e Drake, di cui ruoli si definiranno solamente dopo l’ottavo capitolo, non me ne vogliano i lettori ma mi sono divertita a confondere le loro idee!

– Qual è stata la prima emozione nel vedere questo sogno realizzarsi?

La prima emozione è stata senza dubbio stupore, il realizzare che lo avevo fatto davvero, avevo scritto un libro. Mi sono guardata indietro e ho realizzato che il mio primo romanzo era appena nato e che era di ben 290 pagine, non mi sarei mai aspettata di scrivere così tanto e in un lasso di tempo abbastanza breve per giunta. Alla prima emozione di stupore e di gioia però si è aggiunto presto anche un velo di tristezza. Per due mesi i miei personaggi mi avevano tenuto compagnia, li avevo visti nascere, crescere pagina dopo pagina, mi ero affezionata a loro tanto che mi è dispiaciuto un po’ realizzare  che quest’avventura era giunta alla fine.

– La parte più difficile nella stesura?

Non c’è stata una parte particolarmente difficile, avevo le idee ben chiare per quanto riguarda la storia. È stato più complicato, magari, parlare di uno dei personaggi che compie un percorso un po’ insidioso durante la storia, un’involuzione direi. Ho voluto portare i lettori ad amare questo personaggio prima, per poi odiarlo sul finale della storia, posso dire che in questo senso i miei protagonisti maschili compiono un percorso inverso, i lettori li vedranno coinvolti in interessanti colpi di scena.

– La mia ultima domanda prima di salutarci: quali sono i tuoi progetti editoriali futuri?

Ebbene, poco prima vi ho parlato della complessità di uno dei protagonisti maschili. Vi confesso che ho un debole per lui e che mi sarebbe piaciuto parlare di più di questo personaggio all’interno di Non Mi Ricordo più di Te, ma purtroppo non è stato possibile e così ho deciso di creare una miniserie, la Misunderstanding series, e di dedicare a lui il secondo libro. Ci sto già lavorando, sarà una storia in doppio POV,  come per Non mi Ricordo più di Te, si tratterà anche stavolta di un romanzo autoconclusivo, mi sto divertendo molto a scriverlo e non vedo l’ora di potervi dire qualcosa in più a riguardo.

Grazie di nuovo per lo spazio che mi avete concesso.

Titolo: Non mi Ricordo più di Te
Serie: The misunderstanding series
Autore: Silvia J.
Genere: commedia romantica
Data d’uscita: 4 giugno 2020
Prezzo: € 0,99 ebook, € 11,00 cartaceo
Disponibile su Amazon in formato digitale e cartaceo

Sinossi:
Complice una serata sopra le righe e qualche cocktail di troppo, Joy, trentuno anni, make up artist,
fa fatica a mettere assieme i pezzi della sua nottata brava…

Eppure qualcosa di importante era successo, qualcuno quella notte era entrato nella sua vita…
Il caso si divertirà a complicare ulteriormente le cose e, come se non fosse già abbastanza, ci penseranno un’amica tutta matta, una perfida manager e soprattutto un “imprevisto”, a rimescolare in tavola le carte di un gioco che sembrava concluso ancor prima di cominciare.

https://www.facebook.com/SilviaJautrice/

Check Also

Bitcoin ha toccato il fondo del 2022 e inizierà a riprendere quota?

Bitcoin ha iniziato un’altra tendenza alla ripresa che lo ha portato a posizionarsi nuovamente sopra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.