Charles Hoskinson risponde ai critici di Cardano

Dopo gli attacchi a Ethereum e Dogecoin, ora è Charles Hoskinson a ritrovarsi sotto il tiro incrociato che sembra diventato uno sport vero e proprio all’interno dello spazio crittografico.
Nel corso degli ultimi giorni, infatti, Cardano è stato oggetto di una serie di critiche e attacchi veri e propri. In cui si è distinto in particolare David Hoffman, il quale non ha esitato a definire il suo progetto alla stregua di una vera e propria truffa.

Le dichiarazioni di David Hoffman

Il nodo del contendere è rappresentato dalle pesanti dichiarazioni di David Hoffman, rilasciate nel corso di una conversazione con Scott Melker, la quale aveva come oggetto la controversa Ethereum Improvement Proposal (EIP) 1559.
Si tratta di un progetto il quale mira a migliorare la UX del portafoglio con l’implementazione di un sistema di tariffazione del gas in grado di assicurare stabilità al sistema e renderlo meno imprevedibile. Che, inoltre, presenta un elemento deflazionistico il quale non pagherà necessariamente i minatori, ma provvederà comunque a bruciare le commissioni di base.
La proposta è fortemente avversata dai minatori di Ethereum e proprio su questo tema si stava incanalando la discussione, quando Hoffman è scivolato sulla classica buccia di banana.

Cardano è una truffa, secondo Hoffman

Interpellato sulla concorrenza portata da Cardano ad Ethereum nel settore della DeFi, Hoffman ha infatti non solo negato questa eventualità, ma ha anche bollato ADA alla stregua di una vera e propria truffa. Elogiando al contempo Polkadot, altro noto Ethereum Killer, affermando che non si basa su un falso marketing come quello di Cardano.
A parziale consolazione di Hoskinson, Hoffman ha anche allargato il suo furore iconoclasta ad un altro progetto molto noto, ovvero Ripple. Affermando che utilizzerebbe a sua volta tecniche non etiche, un giudizio del resto condiviso da larga parte dello spazio crittografico.

La risposta di Charles Hoskinson

La risposta del CEO di IOHK è arrivata a stretto giro di posta. Ricordando che coloro i quali criticano Cardano per la mancanza di app dovrebbero sapere che alcune delle sue parti sono ancora nella fase di sviluppo. E che dovrebbero quindi perlomeno attendere che la stessa abbia termine, prima di giudicare.
Inoltre ha affermato che  la piattaforma è intenzionata ad includere non solo DEX, ma anche oracoli, offerte di stablecoin e mercati NFT nell’immediato futuro. Concludendo con una notizia relativa ad Alonzo, la prossima fase di sviluppo prevista sulla blockchain di Cardano.

Una ritorsione per gli attacchi di Hoskinson a Ethereum?

Naturalmente, il pesante attacco di Hoffman a Cardano ha dato l’impressione a molti di essere una vera e propria ritorsione per il parere irridente rilasciato qualche settimana fa da Hoskinson su Ethereum. Il numero uno di Cardano, infatti, aveva definito un duello tra i due progetti come un combattimento di arti marziali tra un contendente nel pieno delle forze e uno non solo anziano, ma anche legato ad una sedia a rotelle. Il secondo era naturalmente il progetto di Vitalik Buterin.
Un giudizio forte, ma certo non tale da giustificare le accuse di Hoffman. Le quali sono state criticate da Hoskinson in un tweet che è difficile non condividere: “Una cosa è dire che sei scettico. Una cosa diversa è definirci criminali”. Resta ora da capire se lo scontro potrebbe spostarsi in una aula di tribunale, cosa da non escludersi in linea di massima.

L’articolo Charles Hoskinson risponde ai critici di Cardano è apparso per la prima volta su Criptovalute News


Source link

Check Also

Anche per Litecoin è un ottimo momento

Anche Litecoin sta dando vita ad un notevole crescita nel corso degli ultimi giorni. In …