Anche i Cleveland Cavaliers collaborano con Socios

Nuovo colpo per Socios, la piattaforma blockchain che si propone di rendere sempre più stretti i rapporti tra le società sportive e i propri tifosi. A varare un accordo con l’app di Chiliz sono stavolta i Cleveland Cavaliers, una delle franchigie della National Basketball Association (NBA).
La collaborazione è stata siglata il 26 luglio e anche in questo caso permetterà alla massa di appassionati legati al team dell’Ohio di interagire in maniera più semplice con la propria squadra utilizzando criptovalute. Come del resto già fanno milioni di appassionati di calcio, e non solo, in ogni parte del globo.

I termini dell’accordo tra Cavs e Socios

L’accordo siglato con i Cleveland Cavaliers prevede la comparsa del logo di Socios.com sulle maglie da allenamento del team, proprio sotto il nome del giocatore. Inoltre l’azienda potrà usufruire della segnaletica LED presente ai bordi del campo per inviare messaggi agli spettatori. Il tutto unito naturalmente al varo di fans token che consentiranno ai tifosi di avere voce in capitolo nella vita sociale dei Cavs.
Un modo quindi originale di permettere una interazione tra squadra e sostenitori in un momento reso particolarmente problematico dalla diffusione del Covid. Il quale sta riprendendo grande vigore proprio in queste ore, negli Stati Uniti.

Il commento di Mike Conley sulla collaborazione con Socios

A commentare l’accordo con Socios, da parte della franchigia statunitense, è stato Mike Conley, il chief information officer del team. Secondo il quale esso rappresenta un nuovo passo in avanti nell’ottica di un utilizzo sempre più efficace della tecnologia blockchain nel rapporto con la vasta base di appassionati che seguono abitualmente le gesta dei Cavs. E la conferma di una tendenza all’innovazione la quale si sta del resto facendo sempre più intensa nell’ambito dello sport professionistico a stelle e strisce.

I Cavaliers sono solo l’ennesimo tassello del puzzle

Occorre sottolineare come i Cleveland Cavaliers rappresentino solo un altro tassello nel puzzle costruito da Socios e non solo. La squadra dell’Ohio segue infatti a pochi giorni di distanza i Boston Celtics, i quali avevano a loro volta sottoscritto un accordo analogo nella prima settimana di luglio.
Un rapporto, quello tra aziende blockchain e NBA sempre più stretto, iniziato ormai da anni e che ha visto di volta in volta coinvolti in diversi modi anche Sacramento Kings, Portland Trailblazers e Dallas Mavericks. Senza trascurare quello Spencer Dinwiddie, guardia dei Brooklyn Nets il quale ha pensato bene di tokenizzare il proprio contratto, anche se con scarsa fortuna. Considerata la tendenza in atto, presto molte squadre e atleti potrebbero aggiungersi ad una lista già molto lunga.

A proposito dei Cleveland Cavaliers

I Cleveland Cavaliers si trovano attualmente in una fase di vera e propria ricostruzione. La quale fa seguito agli anni d’oro di Lebron James, il Prescelto originario proprio della città. Il quale è riuscito a trascinare praticamente da solo la squadra ad un insperato titolo nella stagione 2015-16, ottenuto con la vittoria decisiva a Oakland, contro i Golden State Warrior.
Da quel momento è iniziata una faticosa ricostruzione, seguita all’addio di James, la quale non è però riuscita ancora a dare frutti all’altezza delle aspettative. Lo sguardo dei tifosi è comunque puntato sul futuro. Un vero e proprio punto di contatto con gli asset digitali, i quali sembrano in effetti una anticipazione di quella che sarà la finanza dei prossimi anni.

L’articolo Anche i Cleveland Cavaliers collaborano con Socios è apparso per la prima volta su Criptovalute News


Source link

Check Also

Bitcoin tenta il rialzo ma rimangono aperte le possibilità di un test ribassista a 29.000 dollari

Il Bitcoin sta cercando di recuperare quota al di sopra della resistenza di 30.000 dollari. …