Arriva l'estate e con essa arrivano le punture, più o meno fastidiose, ma anche pericolose se parliamo di zanzare tigre. Questo tipo di zanzara particolarmente aggressiva è arrivata in Europa dalla Cina attraverso i camion merci, e da alcuni anni sono proliferate anche in Italia.
Secondo una stima della Vape Foundation anche quest'anno saranno molte le regioni infestate, quasi tutte. La metà di luglio è il periodo più fecondo per questi insetti che grazie alle temperature alte e all'umidità trovano il loro habitat naturale.
La provincia di Chieti e quella di Teramo, secondo le previsioni della Vape Fuondation saranno tra le 67 regioni maggiormente infestati.
trucchi per non farsi pungere non ce ne sono, ma si possono provare accorgimenti naturali ( senza adoperare veleni) per evitare che le zanzare tigre ( ma anche quelle normali) proliferino : è importante non far accumulare l'acqua nei sottovasi, nei lavabi e in bicchieri e bottiglie usati, per le zanzare sarebbero un luogo ottime dove deporre le uova.Oppure è utile tenere in balcone piante repellenti nei confronti di questi insetti come la cedriolina.
Ultima soluzione possibile, ma solo per chi non teme i pipistrelli è procedere all'istallazione di un a Bat Box, nido artificiale per pipistrelli che notoriamente si nutrono proprio di zanzare.