Campomarino ( Campobasso ) Voleva andare a Roma per compiere un attentato , probabilmente alla Stazione Termini e cercava di reclutare adepti da affiliare all' I.s.i.s. nella struttura di accoglienza di Happy Family Campomarino dove era rifugiato con altri migranti e richiedenti asilo . Si tratta di un giovane Imam somalo seguito da mesi dalla Digos perchè sospettato di essere un terrorista il 22 enne arrestato mercoledì a Campobasso e ora rinchiuso nel carcere di Larino .
Facendo leva sulla sua posizione di Imam , riferimento religioso della comunità , era alla ricerca continua di altre menti da plagiare tra i 200 ospiti della struttura provenienti come lui per lo più dal Nord Africa e dalla Siria .
I suoi discorsi erano talmente estremi che diversi profughi che vivevano nel centro si allontanavano persino dalle ore di preghiera , in cui , il somalo , era solito lanciare anatemi al mondo occidentale e, mentre incitava i compagni alla jiad e a commettere degli attentati .
"Charlie Ebdo era solo il precedente di quello che sta succedendo adesso, c’è una strada più semplice, quella di attrezzarsi e farsi saltare in aria" era solito ripetere l' Imam facendo presagire di avere già un piano da attuare .
Lo aveva capito anche la Digos che da un po' lo seguiva e lo intercettava , fino alla conferma che il somalo avesse effettivamente intenzione di compiere un attentato .
E' stato fermato appena in tempo , secondo gli investigatori il giovane terrorista era in procinto di fuggire dalla struttura di Campomarino per raggiungere Roma .