Operazione congiunta dei N.a.s. di Pescara e dei Carabinieri della Compagnia di Ortona contro la contraffazione di prodotti enogastronomici.

I militari hanno attuato un vero e proprio blitz all'interno di una cantina vinicola in provincia di Chieti. L'ispezione ha portato al rinvenimento di un laboratorio abusivo per la lavorazione di prodotti vinosi nel quale  erano stipate 2300 bottiglie di vino contaminato pronto ad essere venduto, imbottigliato in cattivo stato di conservazione, sporco di escrementi di topo
Ovviamente la Asl ha disposto l' immediata chiusura dell'attività.