Dirimere la vertenza lavorativa ATTIVA in tempi rapidi è questo l'obiettivo dell'incontro tra il Sindaco Alessandrini e il Ministro Poletti che si è tenuta questa mattina a Roma . La storia è ormai nota , circa 60 precari impiegati per anni dalla municipalizzata che si occupa della manutenzione del verde pubblico e della pulizia delle strade di Pescara , sono da mesi senza lavoro perchè esclusi dai propri posti dal concorso .

Una missione difficile , perchè se da un lato il rispetto della legge prevede l'assunzione nelle municipalizzate esclusivamente tramite concorso pubblico , dall'altro ci sono le ragioni e l'emergenza di un nutrito gruppo di lavoratori sfruttati per anni con contratti precari e interinali irregolari che improvvisamente si trovano in mezzo ad una strada , o meglio accampati di fronte al palazzo del Comune di Pescara.

Fallita l'interrogazione alla Corte dei Conti sulla fattibilità giuridica di una conciliazione stragiudiziale , l'ultima via da percorrere è l'intervento del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti che potrebbe calare il classico " asso nella manica " , è questo il senso della missione romana del Sindaco Marco Alessandrini insieme al Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, all'assessore regionale al Lavoro Andrea Gerosolimo e a Manolo Da Silva delegato dagli ex interinali.

“Coerentemente con l'Odg votato dal Consiglio Comunale straordinario dedicato alla questione di Attiva, abbiamo inoltrato alla Direzione Generale del Ministero del Lavoro l'istanza di interpello condivisa con i legali dei lavoratori. " Ha dichiarato Alessandrini " Il Ministro ha assicurato che aprirà un dossier specifico sull'argomento esaminando la documentazione inoltrata, verificando la percorribilità della proposta e garantendo una risposta nei tempi più rapidi possibili”.