Un primo tempo da manuale per il Delfino. Gara preparata alla perfezione da mister Oddo. Il timore reverenziale nei confronti del blasone dell'avversario e per la massima serie dura solamente 8 minuti per il Pescara. Verre si inventa un passaggio filtrante per Benali che si ritrova a tu per tu con Reina e lo batte con un bellissimo scaletto. Due minuti dopo grande azione solitaria di Biraghi sulla fascia. Aggirato Albiol, tira un rasoterra che il portiere del Napoli riesce a deviare in calcio d'angolo. Il Napoli non c'è in campo. Nessuna azione degna di nota, ci prova solamente con qualche tiro da lontano con Insigne e Valdifiori. Al 35esimo la seconda perla della serata per il Delfino. Cristante pesca benissimo Zampano sulla fascia che crossa subito al centro dell'area. Benali, in prima battuta, non arriva sul pallone, da dietro però arriva Gianluca Caprari che con un bel tiro piazzato la mette sotto la traversa. Imparabile per Reina, il Pescara chiude il primo tempo sul 2 a 0 esprimendo un gioco di grandissimo livello con la palla sempre a terra e una serie di combinazioni tanto da nascondere la palla agli avversari. 

Il secondo tempo, però, inizia subito male, doppia ammonizione al 47esimo e 52esimo per Brugman e Bizzarri. Al 53esimo doppio cambio per il Napoli, escono Gabbiabini e Insigne per far posto rispettivamente a Milik e Mertens. Cambi che risulteranno determinanti ai fini del risultato. Dries Mertens, sette minuti dopo essere entrato, segna il momentaneo 2 a 1 con una sua classica azione. Si accentra da sinistra e lascia partire un tiro che si infila all'angolino basso alla sinistra di Bizzarri. Non trascorrono neanche 3 minuti che concede anche il bis. Questa volta il gol è viziato da un errore clamoroso di Coda che liscia completamente il pallone. Dietro di lui, Mertens, a pochi metri dalla porta, non può far altro che metterla dentro per il definitivo 2 a 2. Il finale di gara non regala più emozioni fino al 79esimo quando Giacomelli assegna un calcio di rigore per il Napoli per un presunto gioco pericoloso di Zuparic nei confronti del neo entrato Zielinski. Decisione ribaltata dal giudice di linea che convince l'arbitro ad annullarlo.

5 i minuti di recupero assegnati ma non succede più nulla, il Delfino Pescara pareggia la sua prima di campionato per 2 a 2 contro uno spento Napoli. Ottima la prestazione dei biancazzurri che avevano cullato il sogno di vincere la partita.