Il Phoenix Ortona travolge l’A.S.D. Doogle: il 12-0 finale la dice tutta su un match in cui la squadra di Mister Zuccarini non è mai stata in grado di opporre resistenza agli uomini di casa che di fronte al loro pubblico hanno giocato un match convincente sfruttando ogni minimo errore degli avversari.

Punteggio indubbiamente severo che rispecchia però l’andamento di una gara mai in discussione e già chiusa virtualmente dopo la prima frazione di gioco conclusasi sul 4-0.

A limitare i danni per il Doogle l’ennesima ottima prestazione del portiere Andrea D’Onofrio che si è visto arrivare tiri da ogni posizione. Per lui anche la grande paura di un infortunio nel secondo tempo (una botta sul petto rimediata in uno scontro con un avversario) che lo ha costretto a lasciare il campo. Al suo posto Aaron Ciammaichella che si è ben comportato nel finale di gara pur subendo gli ultimi quattro gol.

Amaro dunque il debutto del neo acquisto Francesco di Girolamo, autore comunque di una buona prova.L’imperativo per il Doogle è “Punto e a capo”: guardare subito al futuro facendo tesoro dei tanti errori commessi in una giornata decisamente da dimenticare. 

Le avvisaglie per il Doogle ci sono sin dalla prima azione: Ortona parte a tamburo battente e coglie un palo al primo minuto con Causarano ben servito da Sorbello Daniel. È solo un anticipo della prima rete che arriva al sesto proprio con Sorbello Daniel che ruba palla e conclude in maniera precisa a rete.

La reazione del Doogle è sterile,solo una punizione di Milozzi all’11' ben  respinta da De Vincentiiis. Da uno schema perfetto da calcio d’angolo arriva puntuale il raddoppio del Phoenix con Tacconelli imbeccato da Tenisci. Al 19' Grossi è bravo a salvare sulla linea di porta un gol già fatto.

Il Doogle non approfitta dell’espulsione di Causarano reo di aver reagito su D’Onofrio Andrea. È il solo Grossi infatti a provarci con una gran botta al 26', ma la sua conclusione è deviata sulla linea da un difensore.

Al 27' Di Girolamo si segnala per un’ubriacante azione personale con tiro a fil di palo che avrebbe sicuramente meritato miglior sorte.

Gli ortonesi riprendono subito il pallino del gioco e trovano prima il tris e poi il poker sempre con Tacconelli: bella la sua prodezza in occasione del quarto gol con il pallonetto a fil di palo sull’uscita di D’Onofrio Andrea. La prima frazione di gioco si chiude sul 4-0 per il Phoenix. 

Al ritorno in campo ci si aspetterebbe la reazione del Doogle ed invece la squadra di Mister Zuccarini affonderà sotto i colpi dei giocatori di casa che segneranno altre otto reti sfiorandone addirittura altre.

Subito la quinta marcatura con Del Ry su tocco da calcio di punizione di Tenisci. Di Girolamo predica nel deserto e prova la gran botta, ma è bravissimo De Vincentiis a togliere il  pallone da sette. Il Phoenix Ortona continua a macinare gioco e segna ancora con Galli che appoggia in rete a porta vuota: 6-0.

Di Girolamo in due occasioni e Milozzi (prima una traversa e poi un lob con la palla salvata sulla linea) provano almeno a segnare il gol della bandiera, ma anche la fortuna non è dalla parte del Doogle in questa sciagurata giornata.

Nel Phoenix entra il secondo portiere Sorbello Nicola. Il portiere in movimento (arma che nella partita precedente aveva fatto le fortune del Doogle) questa volta non aiuta a ritrovare la bussola e con D’Onofrio Andrea fuori dai pali Napolione colpisce implacabilmente da lontano siglando il 7-0.

L’8-0 è per mano di Galli bravo a ribadire in rete dopo l’ennesimo miracolo di D’Onofrio Andrea. “Il panterone” si infortuna poco dopo e lascia il posto a Ciammaichella. Un pasticcio difensivo di Ricciuti (deviazione verso la propria porta) esalta Ciammaichella che riesce con un bel balzo ad evitare il peggio.

Sul finale di gara c’è spazio solo per altri quattro gol del Phoenix: Giurasante di testa scavalca Ciammaichella in uscita, poi Zappalorto, Cardone e Tacconelli chiudono definitivamente i conti nei minuti di recupero. Finisce 12-0, un risultato che non ammette repliche.

“Delusione ed amarezza per una partita ricca di errori - queste le prime parole post gara di un affranto Mister Zuccarini - Il match è stato acceso sin dal primo tempo tanto da costringermi a calmare gli animi dei miei al ritorno negli spogliatoi. Nella seconda frazione di gioco mi sarei aspettato almeno una reazione, invece la squadra è apparsa sempre più in balia degli avversari. Nessuna colpa ai ragazzi: abbiamo giocato contro una squadra ben organizzata ed agguerrita. Mi spiace per gli infortuni di alcuni giocatori: Grossi ha rimediato una bella botta, Di Lanzo sarà fuori almeno fino a gennaio a causa di una frattura e D’Onofrio Andrea se l’è vista decisamente brutta. Ora servirà recuperare concentrazione ed entusiasmo per conquistare punti importanti nelle ultime due partite prima della sosta natalizia”.