Napoli e Roma tengono bene il passo della Juve ma la giornata n.25 di campionato ha un altro protagonista: il tecnico boemo Zeman. Tornato ad allenare in Serie A, a Pescara, è stato subito show: gli abruzzesi ne hanno fatti 5 al Genoa.

Zeman, salvezza? Una gara alla volta  - "La salvezza? Dobbiamo pensare a una gara alla volta. Alla fine vedremo". Così Zdenek Zeman, nel corso del programma 'Serie A Live su Premium Sport, dopo il 5-0 sul Genoa, alla prima partita del boemo tornato sulla panchina del Pescara, che non aveva mai vinto sul campo in questa stagione. "Posso solo ringraziare i ragazzi perché in due giorni non abbiamo fatto molto, ma hanno fatto vedere che se si impegnano e se rimangono concentrati possiamo fare bene: abbiamo rotto l'incantesimo" ha aggiunto Zeman.

LE NEWS DAI CAMPI

Striscione tifosi Napoli 'De Laurentis buffone'
 - "De Laurentis Buffone". E' questo lo striscione che gli ultra' del Napoli hanno esposto allo stadio Bentegodi prima della gara con il Chievo. Una presa di posizione secca quella della tifoseria partenopea dopo il contrasto presidente-allenatore Sarri al seguito della sconfitta di Champions contro il Real Madrid in Spagna.

Pescara, parte curva nord vuota per protesta tifosi  - Neanche il ritorno dopo cinque anni sulla panchina biancazzurra di Zdenek Zeman è servito per far recedere gli ultrà della curva nord dalla decisione di non seguire più le gare casalinghe della squadra allo stadio Adriatico, per protestare contro il pessimo rendimento della squadra nella stagione. In curva nord prima dell'inizio di Pescara-Genoa i tifosi hanno esposto davanti lo spazio completamente deserto della curva Marco Mazza uno striscione che recita: "La vostra presenza, la nostra assenza".

Tifosi Genoa abbandonano spalti per protesta  - Protesta forte dei tifosi del Genoa allo Stadio Adriatico che al 40' del primo tempo, per protesta contro la squadra, sotto per 3-0 con gli abruzzesi, hanno ammainato striscioni e bandiere, lasciando il settore loro riservato nel gabbiotto di curva sud. Una protesta simile c'era stata domenica scorsa a Torino, da parte dei tifosi del Pescara che avevano lasciato gli spalti dello Stadio Olimpico all'inizio del secondo tempo, con i biancazzurri sotto con i granata.

Udinese, standing ovation al Friuli per Zico  - Standing ovation allo stadio Friuli per Artur Antunes Coimbra, in arte Zico, per due anni - nel 1983 e 1984 - in forza all'Udinese. Zico ha concluso alla grande una tre giorni in Friuli culminata ieri con la consegna da parte del sindaco, Furio Honsell, del sigillo d'oro della città. Il campione ha voluto ringraziare la societa' e tutti i tifosi per l'affetto dimostrato: "Siete grandi", ha detto il Galinho che al fianco aveva il patron bianconero, Giampaolo Pozzo. "Se oggi sono il primo tifoso bianconero - ha detto - lo devo proprio a Zico". L' ex asso brasiliano ha poi fatto un giro di campo andando a salutare quasi uno ad uno i tifosi bianconeri che non lo hanno mai dimenticato. Zico - il cui osteggiato arrivo a Udine scatenò allora la folla friulana che scandì a piu' riprese lo slogan "O Zico o Austria" - ha avuto incontri con la tifoseria cenando ieri con un altro grande del calcio friulano, Totò Di Natale, insieme quasi trecento gol in bianconero.