Il Pescara centra la sua prima vittoria in campionato e convince i suoi tifosi con una prestazione di carattere. Dopo la cocente sconfitta di Livorno non era semplice per i ragazzi di Oddo affrontare la prima di campionato al Cornacchia di fronte ai proprio tifosi. Vittoria meritata per i biancoazzurri con il risultato finale di 2 a 1, goal di Memushaj (rigore) e Caprari. L'unica nota stonata della serata, il goal subito nei minuti di recupero da parte di Di Carmine.  Il Delfino ha dimostrato che il 4 a 0 di Livorno era un risultato bugiardo e che la squadra potrà lottare alla pari anche contro le squadre che lotteranno per le posizioni di medio-alta classifica. Carattere, gioco, qualità ed entusiasmo. Il campionato del Pescara è realmente iniziato dall'Adriatico, ora però subito un test del nove, la prossima settimana, al San Nicola di Bari contro una squadra attrezzata per lottare per le primissime posizioni. Ma la più bella notizia della serata arriva dalla Curva Nord. Nonostante una prima giornata di campionato da dimenticare, ieri sera i ragazzi della curva sono stati, come sempre, spettacolari. Il vero dodicesimo uomo in campo. Si è percepito per qualche istante l'entusiasmo che ha reso possibile la cavalcata finale della scorsa stagione che ha visto sfumare immeritatamente la serie A solo dopo un doppio pareggio contro il Bologna. Merito anche dei giocatori e del Mister per la prestazione fornita. Ottima prestazione di Lapadula e Verre. Aspettando Campagnaro e la forma migliore di Valoti, il Pescara c'è e i tifosi anche, come sempre. 

Qualche fischio di troppo hanno persino galvanizzato Caprari, autore di un goal lampo. Fischi che a detta dello stesso giocatore non arrivavano dalla curva, con cui ha un ottimo rapporto, ma da zone precise della tribuna. 

Intanto Mister Oddo se lo coccola e dichiara nel dopo partita:
Caprari è un ragazzo che ha sofferto un po’ in questi anni. Il pubblico lo ha beccato spesso, ma sono sicuro che farà una grande stagione perchè è un grande talento. E’ un ragazzo umile, sono contento per lui, è una soddisfazione che merita. Il cambio con Cocco ha fruttato, ma anche Cocco ha disputato un gran match, considerando che era alla prima partita ufficiale. E’ un giocatore incredibile, con lui la palla è sempre in cassaforte. Ha dato tutto, in quel momento il Perugia stava spingendo e avevo bisogno di un giocatore che desse maggiore profondità. Devo fare i complimenti alla squadra per la reazione che ha avuto dopo una settimana difficile. Hanno dimostrato di essere tutti veri uomini fino all’ultimo minuto. Sapevamo che il Perugia avrebbe fatto una gara di contenimento, cercando le ripartenze. Ci hanno sorpresi qualche volta ma più a causa di eccessi di generosità nostra. Dobbiamo imparare a gestirci meglio. I risultati arriveranno, ci vuole pazienza nel calcio: all’inizio di un nuovo campionato non si può essere al 100%, bisogna mettere insieme i meccanismi, soprattutto quando cambi tanti giocatori e lavori con molti ragazzi giovani e talentuosi, che devono fare esperienza.Ora andremo a Bari con umiltà, ad affrontare una squadra tra le favorite alla vittoria del campionato”.

F.D.T.