Noi con Salvini Abruzzo chiede le dimissioni del sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, per la vicenda degli sversamenti in mare.

Ad annunciarlo il dott. Davide Traini, del direttivo regionale Noi con Salvini, che dichiara quanto segue: "Il sindaco di Pescara si ritrova con un mare inquinato da proliferazione batterica, causata dallo sversamento di liquami di una condotta antiquata, che dall'aprile al maggio scorso ha fatto registrare ben 11 rotture alle quali è stato posto "rimedio" con lo sversamento nel fiume dell'acido Oxystrong, non nocivo per l'uomo, che uccide i batteri ripristinando i livelli base minimi di purezza dell'acqua ma che può causare allergia a chi ne è intollerante o addirittura problemi d'asma, danneggiando i polmoni, se ingerito".

"Il sindaco di Pescara, pur avendo firmato l'ordinanza di divieto di balneazione, non ha avvisato la popolazione. Forse per salvare la stagione turistica, ritenuta più importante della salute delle persone? Per questo noi agiremo contro questo governo cittadino con una raccolta firme il 22 del corrente mese, per chiedere a gran voce le dimissioni del sindaco e di tutta la giunta" - conclude.