I matrimoni civili potranno uscire dalla Casa Comunale e potranno essere celebrati all’aperto nei luoghi più suggestivi della Città, anche a Spoltore. Il Torrione e Piazza del Convento potranno fare da splendida cornice per i futuri sposi che per il loro “sì, lo voglio” sceglieranno Spoltore. Ma non solo, sarà possibile anche scegliere la splendida Villa Acerbo, quest’ultima proposta per queste finalità anche dal consigliere di opposizione Edoardo Diligenti

E’ quanto prevede la delibera approvata oggi nella seduta di giunta comunale su iniziativa del Sindaco, Luciano Di Lorito che ha dichiarato: "Per eventi come il matrimonio servono cornici incantevoli da ricordare e Spoltore si presta perfettamente a fare da sfondo a momenti unici. Molti cittadini ci hanno chiesto la disponibilità a celebrare le unioni al Torrione, piuttosto che nella Piazza del Convento. Il legame con i luoghi della nostra Città è fortissimo e sono convinto, d’altro canto, che a scegliere i suggestivi spazi di Spoltore saranno anche molte persone non residenti in città. La finalità di questa iniziativa è duplice: da un lato rispondiamo alle richieste di quanti ci hanno espresso la volontà di poter usufruire di questi spazi in occasione del proprio matrimonio e dall’altro lato vogliamo mettere in vetrina il nostro patrimonio architettonico- paesaggistico, tra il più bello nell’area metropolitana. E’, insomma, anche uno strumento di promozione del territorio, perché chi verrà per la prima volta a Spoltore, in occasione di un matrimonio, non potrà fare a meno di fotografare le nostre bellezze, di raccontarle e, naturalmente, di tornarci".

Resta, naturalmente, la possibilità di unirsi in matrimonio civile all’interno della Casa Comunale, nella sala giunta ed in quella consiliare. "Gli uffici – ha concluso il sindaco  - sono al lavoro per determinare le tariffe dei matrimoni all’aperto, come co-partecipazione alle spese di personale e organizzative, che presto approderanno in giunta. L’indirizzo politico che abbiamo dato è quello di individuare tariffe contenute, tali da poter offrire proposte allettanti, in questo momento di difficoltà, anche dal punto di vista economico".