Conto alla rovescia per l'arrivo dell'estate, annunciato dal giorno più lungo dell'anno. Nella notte fra il 20 e il 21 giugno, 34 minuti dopo la mezzanotte, scatta infatti il solstizio d'estate, salutato dalla Luna piena in compagnia di Marte e Saturno e il 21 giugno sarà una giornata lunghissima, con ben 15 ore e 15 minuti di luce. 

Il solstizio d'estate, che nell'emisfero australe segna l'inizio dell'inverno, avviene quando ''il Sole nel suo moto apparente lungo le costellazioni dello Zodiaco si trova più a Nord rispetto all'Equatore celeste'', spiega l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. Questa posizione del Sole ne garantisce la massima permanenza al di sopra dell'orizzonte e spiega perchè il solstizio d'estate è il giorno più lungo dell'anno, nel senso che il periodo di luce ha la massima durata. A Pescara per esempio, il Sole il 21 giugno sorgerà alle 5,34 e tramonterà alle 20,48. 

A dare il benvenuto al primo giorno d'estate ci sarà la Luna piena, che sarà la più bassa sull'orizzonte dall'inizio dell'anno. Questo, osserva Masi, accade ''perché se il Sole è nel punto più a Nord, la Luna piena, che è opposta al Sole, si troverà nel punto più a Sud''. Essendo bassa sull'orizzonte, prosegue l'astrofisico, ci saranno anche maggiori possibilità di fare belle foto perché la Luna potrebbe 'infilarsi' in qualche scorcio del paesaggio".

A rendere ancora più suggestiva la notte del solstizio, la Luna sarà in compagnia di Marte e Saturno, che tutti insieme offriranno una spettacolare ''parata di corpi celesti''.