Pescara . 16 esimo turno del Campionato di Calcio di Serie B.  Domani alle 15:00 Lo Spezia approderà all' Adriatico per una partita  importante, ma difficile per entrambe le compagini.
A 6 giornate dalla fine del girone di andata il Pescara è costretto a vincere se vuole mantenere il proprio rullino di marcia fare il giro di boa con oltre 30 punti ( da previsioni pre campionato ) .
Lo Spezia da parte sua è obbligato interrompere la serie negativa di 4 sconfitte consecutive  , inoltre l'esonero di Bjelica ( al suo posto Di Carlo) potrebbe dare la classica scossa alla squadra che dovrebbe tentare il tutto per tutto per non perdere. I pronostici comunque sono dalla parte di Oddo, ma in questo periodo i pronostici lasciano il tempo che trovano.

Il Pescara, in realtà non sta deludendo le aspettative di inizio campionato, ma con un po' di regolarità in più (vedi l'ultima sconfitta con il Cesena )  potrebbe albergare in posizoni di classifica più alte del 6 posto in cui si trova.
Per Mr Massimo Oddo il problema risiede nella personalità della squadra che deve migliorare, per molti in un calciomercato in parte da correggere.
In settimana Oddo aveva parlato di mercato e aveva chiesto alla società solo "piccole cose" e riguardo alla sua rosa aveva escluso mal di pancia o casi di insofferenza da parte di chi non sta giocando, lasciando tuttavia la porta aperta ( in uscita ) a chi non abbia le giuste motivazioni per giocarsi il posto da titolare. Potrebbe essere il caso di Sansovini corteggiato dal Parma, speriamo di no.

Se è ormai netta ( per ora ci auguriamo) la bocciatura di Andrea Cocco ancora a secco, bomber principe della scorsa stagione e acquisto pregiato dei biancazzurri, c'è chi inizia a dubitare anche dell'altro acquisto altisonante Hugo Campagnaro che non ha ancora dato le sufficienti garanzie fisiche: l'esperto classe '80 ha giocato solo 4 gare su 15 e non sarà in campo nemmeno domani.

Sicuramente la gara di domani e il risultato, influiranno anche sugli interventi riparatori che la società dovrà fare nel mercato di gennaio: si è parlato dell'eventualità del ritorno di Salamon  e più di un dirigente sembra che si stia mordendo in gomiti per aver lasciato partire Alfredo Donnarumma che nel Teramo aveva fatto faville in coppia con Gianluca Lapadula , vero unico grande acquisto della stagione, che era passato anche un po' in sordina rispetto all'arrivo di Cocco.

In ogni caso, per domani la buona notizia per il Delfino è il rientro in formazione di Vincenzo Fiorillo che giocherà con una maschera protettiva, per il resto, al netto delle assenze, la formazione sarà la solita con Fiorillo tra i pali, Crescenzi e Zampano sulle fasce, Fornasier e Zuparic al centro della difesa. Il centrocampo invece vedra Mandragora, Verre e Memushaj, e  Benali trequartista dietro la premiata ditta Lapadula Caprari.

Lo Spezia da parte sua risponderà con una formazione di tutto rispetto, che non merita la classifica negativa che si ritrova ( era considerata una delle squadre più forti del torneo ) si affiderà al solito 4-4-2 con gli esterni molto offensivi e il forte brasiliano nenè in attacco, forse appoggiato da Catellani, mentre è sicuro il forfait di Calaiò. Di Carlo però potrà contare sulla classe di Brezorec e sulla spinta si Sitium e Ciurria esterni sempre pericolosi.

Pescara - Spezia : ecco le probabili formazioni
 
Pescara (4-3-1-2): Aresti; Zampano, Fornasier, Zuparic, Crescenzi; Verre, Mandragora, Memushaj; Benali; Caprari, Lapadula. All. Oddo.
 
Spezia (4-4-2): Chichizola; Migliore, Terzi, Postigo, Valentini; Situm, Canadjija, Brezovec, Ciurria; Catellani, Nenè. All. Di Carlo.