PESCARA. Il sequestro di 4 chilogrammi di cocaina e l'arresto di due coniugi residenti nell'Aquilano sono il risultato di un'operazione condotta dai militari della Compagnia Guardia di Finanza di Pescara. L'arresto è avvenuto ieri, quando una pattuglia della Finanza ha intercettato un’auto proveniente da Montesilvano che viaggiava a velocità sostenuta. Dopo un lungo inseguimento la macchina è stata bloccata in località Brecciarola di Chieti: a bordo dell'auto una coppia di coniugi con due figli minorenni. Nel corso del controllo, il conducente, a specifica richiesta, esibiva una modica quantità di hashish detenuta dal coniuge, nella speranza, evidentemente, di superare il controllo, ammettendo il mero possesso ai fini personali dei pochi grammi esibiti. Ma lo stratagemma non ha ingannato gli operanti, che, ancor più insospettiti, anche alla luce dei precedenti specifici nel contempo riscontrati a carico del conducente, hanno chiesto l’ausilio di due unità cinofile. E infatti l’intervento delle unità specialistiche ha consentito il rinvenimento di due panetti di cocaina occultati all’interno del mezzo, in un vano appositamente creato nella struttura dell’abitacolo, dove c'è il cambio. All’esito del rinvenimento, ulteriori ricerche hanno consentito di rinvenire ulteriori 2 panetti di cocaina, per un peso complessivo di poco superiore ai 4 chilogrammi. I coniugi sono stati entrambi tradotti in carcere e i figli sono stati affidati ai parenti.