Il Pescara vince in casa contro la Pro Vercelli grazie al gol di Forte ma sciupa molto in fase offensiva. Il ritmo lo dettano i padroni di casa fin dall’inizio, al 13’ il primo campanello d’allarme è di Benali con tiro che finisce fuori di poco. Gli ospiti sembrano non riuscire a contenere il Delfino infatti al 29’ arriva l’ammonizione ai danni di Legati per un fallo su Caprari. Il numero 17 biancazzurro non tarda a ricambiare il favore e rimedia il giallo all’23’. Mentre il Pescara è in fase di impostazione Selasi sbaglia il controllo e regala palla agli ospiti: è provvidenziale Fiorillo sul numero 9 piemontese e salva il risultato. A due minuti dalla fine del primo tempo ammonito Fiammozzi per una fallo di mani, squadre negli spogliatoi sul punteggio di 0 a 0. Il Pescara cambia marcia a inizio secondo tempo: i padroni di casa sfondano per vie centrali, Benali serve Verre sulla sinistra che conclude ma centra il palo e sfuma il vantaggio biancazzurro. Cinque minuti dopo il Delfino è ancora pericolo con Lapadula che stacca sul cross di Crescenzi ma è sfortunata la punta del Pescara che scheggia la traversa. Nel frattempo lo stadio si scalda, capisce che i padroni di casa vogliono con forza il vantaggio e vengono ampiamente sostenuti dagli spalti. Al 58’ viene ammonito anche Zuparic. Un minuto più tardi Oddo gioca la carta Cocco, facendolo entrare al posto di Benali. Gli ospiti sono in balia dei biancazzurri e a causa del nervosismo arrivano due ammonizioni in sequenza per Di Roberto e Ardizzone. Al 68’ Foscarini sostituisce Sprocati con Mustacchio, e Oddo risponde due minuti dopo facendo entrare Forte al posto di Verre. La mossa vincente è quella di Oddo: sugli sviluppi di un calcio d’angolo per il Pescara  Marchi svetta e allontana temporaneamente, prontamente aggancia Lapadula che conclude ma centra la traversa interna e sulla ribattuta arriva prima di tutti Forte che non sbaglia e sigla il definitivo 1 a 0. Al 77’ gli abruzzesi la vogliono chiudere: è ancora forte il protagonista che questa volta non è preciso e dopo un contropiede fulminante del Pescara spedisce il pallone sul corpo del portiere piemontese. Al minuto 82 esce, fra gli applausi, Caprari per far spazio a Bruno e dall’altra parte esce Di Roberto per Gatto. L’arbitro assegna tre minuti di recupero. L’ultimo brivido dell’incontro è firmato Cocco: ennesimo contropiede del Pescara che si trova nella situazione di due contro due, Lapadula serve Cocco che di prima intenzione cerca di piazzarla ma ci arriva Pigliacelli deviando in corner. Si conclude cosi la partita che vede una vittoria del Pescara che li porta a quindici punti, momentaneamente quarto in solitaria nella classifica.





Augusto Bucciarelli