“Una giornata storica per l’Abruzzo perchè segna la fine del commissariamento della sanità e l’inizio di un percorso che porterà la Regione, a breve, a riappropriarsi a pieno titolo della gestione dei servizi sanitari sul territorio”.

Così l’assessore alla sanità, Silvio Paolucci, ha definito la giornata di ieri che ha visto il riconoscimento da parte del Tavolo di monitoraggio sul sanità degli adempimenti svolti dalla gestione commissariale D’Alfonso in ordine alla sua sostenibilità economica e finanziaria e in relazione agli obiettivi di salute fissati dal ministero della salute.

In riferimento a questi, per la prima volta l’Abruzzo ha superato la soglia di 160 punti nella valutazione ministeriale sui livelli essenziali di assistenza (LEA): gli indicatori con i quali viene misurato il livello dei servizi sanitari offerti: “mai, in precedenza, l’Abruzzo aveva raggiunto un punteggio così alto”.

Paolucci ha riferito che il Tavolo di monitoraggio ha apprezzato la riorganizzazione e la messa in sicurezza del Percorso Nascite che rappresentava uno degli elementi propedeutici al fine della cessazione della gestione commissariale, così come è stato particolarmente apprezzato il miglioramento dell’offerta territoriale dei servizi sanitari, sia in relazione alla prevenzione, che alla effettuazione degli screening.

“Tutto ciò conferma cha la Regione, nonostante i tagli, può vantare una sanità sostenibile e solida sia sul piano economico e finanziario, che di efficienza ed efficacia dei servizi prestati”: in ragione di ciò i due Ministeri presenti al Tavolo di monitoraggio – quello della Sanità e quello delle Finanze – hanno verificato che il mandato commissariale ha adempiuto al proprio compito realizzando tutti gli obiettivi prefissati. Per questo motivo, la Regione Abruzzo è stata invitata a presentare un nuovo programma di obiettivi di salute e di sostenibilità, che sarà approvato dai due Ministeri prima di diventare pienamente operativo.

L’assessore alla sanità ha riferito che il Ministero della Salute e quello delle Finanze, in ordine al raggiungimento di tali obiettivi, hanno accordato alla Regione una premialità di 69 milioni. Inoltre è stato approvato il nuovo accordo di programma per la costruzione di 5 nuovi ospedali (Giulianova, Sulmona, Avezzano, Lanciano e Vasto), oltre alla ristrutturazione dell’ospedale di Penne, per un ammontare complessivo di 371 milioni dei quali 228 milioni di euro di finanziamento statale e i restanti milioni di finanziamento regionale. Infine, è stata riconosciuta una ulteriore premialità alla Regione di 12 milioni di euro per la certificazione dei bilanci delle Asl.