Sono annunciate azioni di protesta nel pomeriggio in occasione della prima visita all'Aquila e in Abruzzo del premier, Matteo Renzi: davanti a Palazzo Fibbioni, sede del Comune dell'Aquila, e alla Villa Comunale, di fronte alla sede della Gran Sasso Science Institute, le location dei due interventi di Renzi, secondo quanto si è appreso si sono dati appuntamento i comitati contro la petrolizzazione, in particolare coloro che protestano contro il nuovo insediamento Ombrina Mare 2 nella costa teatina, e i rappresentanti del mondo della scuola che contestano la riforma varata dal governo.

Gli argomenti sul tavolo della discussione potrebbero non essere legati solo alla ricostruzione ma allargarsi alle altre problematiche abruzzesi, come chiesto dal presidente della Giunta Regionale, Luciano D'Alfonso, che ha curato i contatti fino all'ufficializzazione della visita lampo.

Dal punto di vista logistico e organizzativo, la macchina è partita ieri pomeriggio con l'arrivo in città del cerimoniale e della sicurezza di Palazzo Chigi.

Il premier arriverà in elicottero che potrebbe atterrare allo scalo di Preturo oppure nella Scuola ispettori della scuola della Guardia di Finanza, prima delle 17. All'Aquila è prevista la presenza di un'ora visto che Renzi dovrebbe ripartire entro le 18,30 in elicottero. Ma secondo quanto si è appreso, il Presidente del Consiglio, se la visita dovesse allungarsi, potrebbe optare per tornare a Roma in auto.