Nei mari italiani operano circa 100 piattaforme, a gas e petrolio, del cui impatto ambientale non si ha alcuna stima o misurazione: siamo venuti a conoscenza di questa incredibile omissione di controllo da una nota stampa dell’ENI, proprietaria di gran parte degli impianti. Vi sembra “normale” che in Italia si controllino gli scarichi di un motorino e non l’attività di una piattaforma che estrae petrolio o gas in mare?