Pescara . Lunedì 23 novembre presso l’Aurum si apre un’importante sessione informativa e anche formativa su una delle proposte rilanciate da vari Paesi anche a livello europeo, “Il reddito di cittadinanza: una proposta per l’Italia e per l’Europa”. Di questo si discuterà il 23 novembre p.v. , dalle ore 10:00, presso lo Europe Direct Pescara , dove insieme all’AICCRE si aprirà un confronto sul tema del reddito minimo come nuova “prospettiva” per i giovani e le fasce di popolazione deboli relativamente al più generale tema delle politiche attive del lavoro.

 

“Il reddito minimo di cittadinanza è un sussidio europeo riconosciuto a tutti – illustra l’assessore alle Pari Opportunità Sandra Santavenere - eccezion fatta per l’Italia, la Grecia e l’Ungheria. Si tratta di un “diritto soggettivo”, che assicura nei momenti di precarietà lavorativa una maggiore serenità nel guardarsi intorno nel mondo del lavoro, nel riconvertirsi e nel scegliere nuove opportunità. E’ arrivato il momento di fare nostro questo atto di civiltà anche in Italia, in quanto scelta di solidarietà e coesione. Per far capire meglio di che cosa si tratta abbiamo voluto a Pescara una sessione informativa a cui partecipano diversi soggetti in grado di analizzare e illustrare sotto tutti i punti di vista la proposta che ci riguarda, ci auguriamo di aprire un vero e proprio confronto su uno degli argomenti che possono assicurare respiro e opportunità soprattutto ai nostri giovani e a quelle definite fasce deboli della popolazione che senza sostegno sono tagliate fuori dal mercato e dalla possibilità di aspirare ad una vita dignitosa.

Dopo il saluto del sindaco Marco Alessandrini, del presidente della Regione Luciano D’Alfonso e del presidente Anci Abruzzo Luciano Lapenna e dell’assessore alle Politiche comunitarie Laura Di Pietro, ne parleremo con Raimondo Cagiano De Azevedo, docente dell’università degli Studi La Sapienza e con Giuseppe Bronzini, giudice presso la Corte di Cassazione. Le riflessioni conclusive e il dibattito sulla proposta saranno invece affidati a Michele Picciano, presidente nazionale dell’AICCRE”.