Pescara . Cari anziani state attenti, la truffa dell'addetto ai contatori del gas è ormai "un classico" della piccola criminalità pescarese, usata soprattutto dai Rom.
Non si contano più i casi di persone anziane raggirate con questo squallido trucco che hanno aperto la porta di casa ai loro rapinatori.
Oggi a Pescara, il Questore Paolo Passamonti, ha illustrato i dettagli relativi all'arresto di tre Rom italiani pescaresi che avevano raggirato con questa tecnica e rapinato una donna 87 enne di Pescara malata di Alzheimer.

La rapina è avvenuta il 18 ottobre scorso in Via Cesano, uno dei tre balordi è rimasto in strada a fare da palo, gli altri due si sono finti addetti di una società erogatrice di gas e hanno chiesto all'ignara vittima di aprire la porta per la lettura dei contatori.
La donna, 87 enne e malata di Alzheimer, purtroppo si è fidata e li ha fatti entrare: una volta in casa uno dei due l'ha distratta, mentre l'altro è riuscito ad introdursi nella camera da letto dell' anziana e ha rubato l'unico oggetto di valore che è riuscito a trovare : un anello d'oro del valore di 500 euro.

I tre malviventi, Rom con la cittadinanza italiana, sono stati arrestati e posti agli arresti domiciliari per concorso in furto in abitazione.