Violenza donne: Camper Polizia domani in piazza a Pescara 


"...Questo non è amore" è lo slogan che la Polizia di Stato ha scelto di legare al nuovo progetto contro la violenza sulle donne.

L'iniziativa, che ha avuto inizio sabato 2 luglio scorso vede coinvolte, in contemporanea, 14 province italiane. La Polizia di Stato, da sempre molto attenta ai fenomeni del femminicidio e dei maltrattamenti in famiglia, ha deciso di compiere un ulteriore passo di avvicinamento nei confronti delle vittime di questi reati.

Il progetto - ricorda la Questura di Pescara - ha come finalità la creazione di un contatto diretto tra le donne ed una equipe di operatori specializzati pronti a raccogliere le testimonianze dirette di chi, spesso, ha paura a denunciare o a varcare la soglia di un ufficio di Polizia. Il primo e il terzo sabato del mese, a partire da luglio, anche a Pescara continuerà ad essere presente una postazione mobile della Polizia di Stato che ospita un gruppo di esperti costituito da un medico/psicologo della Polizia di Stato, un operatore della Squadra Mobile-sezione specializzata, un operatore della Divisione Anticrimine e/o dell'Ufficio Denunce dell'U.P.G.S.P. ed un rappresentante della rete antiviolenza locale.

Domani la postazione mobile sarà presente in Piazza I Maggio a partire dalle ore 19,00 circa, per poi dislocarsi con soste itineranti a Nord e a Sud del lungomare Giacomo Matteotti. Nel Camper sarà presente personale specializzato che illustrera' il progetto e le sue finalità, potendo fornire tutti i consigli utili ed un supporto qualificato alle donne vittime di violenza. Per tenersi aggiornati sul progetto e seguire gli eventi legati all'iniziativa, è possibile visitare il sito www.poliziadistato.it e utilizzare l'hashtag #questonone'amore