Protesta sotto il palazzo della regione Abruzzo di Viale Bovio questa mattina per i dipendenti dell’Azienda Majella Morrone.

Ancora una volta i dipendenti vengono mandati a casa con una serie di promesse e tanta speranza.

"È assurdo - commenta Domenico Pettinari (M5S) che si sta interessando da tempo della vicenda - che dopo il salvataggio di Abruzzo Engeneering dell’ Aeroporto d’Abruzzo dell’Isa con stanziamenti di milioni di euro si lascino i dipendenti della Majella Morrone senza nemmeno un euro per acquistare i beni di prima necessità. Non riusciamo a concepire la teoria dei figli e figliastri".

Continua Pettinari: "Questo stato di fatto per i dipendenti è tutta responsabilità di una politica assente, che ha visto nelle realtà come Majella Morrone solo un bacino di voti, lasciando poi le persone in mezzo ad una strada".

"La Regione veloce - conclude Pettinari - prima ancora dei ponti del mare e degli eventi per promuovere l’ immagine dell' Abruzzo Expò pensi a garantire la sopravvivenza dei propri cittadini. Mi unisco al coro dei dipendenti: basta promesse”.