Ancora pochi giorni alla scadenza dell’avviso pubblico per l'individuazione 25 giovani promotori territoriali coinvolti in azioni formative, informative e di gestione di percorsi di partecipazione alla co-progettazione del primo intervento di co-working del Comune di Pescara.

La città di Pescara si prepara a far decollare il primo coworking pubblico grazie al progetto “Start Hub” con cui il Comune di Pescara ha partecipato al bando Anci “Comune Mente Giovane” e al quale ha lavorato assieme ad un partenariato composto da associazioni giovanili e di categoria, si è infatti posizionato ottavo in assoluto ed avrà diritto così ad un cofinanziamento per aprire al coworking. Sono solo 11 i progetti finanziati in tutta Italia.

Il bando è disponibile sul sito del Comune di Pescara.

Che cos’è StartHUB?
StartHUB è un progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale nell'ambito dell'avviso pubblico dell’ANCI “ComuneMenteGiovani”.

StartHUB è un progetto di attivazione e partecipazione giovanile finalizzato all’apertura del primo coworking/fablab pubblico cittadino.

Quali sono le finalità del progetto?

Finalità del progetto è supportare l’occupabilità e l’autoimprenditorialità giovanile attraverso il ri-utilizzo del patrimonio pubblico e la promozione dell’innovazione sociale, culturale e tecnologica nel nostro territorio. Per fare ciò si lavorerà alla promozione di stili di vita cooperativi e sostenibili, attraverso un percorso di partecipazione e condivisione con i beneficiari diretti: i giovani. I ragazzi dai 18 ai 35 saranno i protagonisti assoluti del percorso di partecipazione e attivazione che sarà messo in campo e che si dispiegherà per un anno attraverso incontri formativi, assemblee e workshop di coprogettazione.

 

Chi sono i promotori del progetto?

Capofila del progetto è il Comune di Pescara.

Gli altri partner sono:

  •      Cna Servizi Pescara Scrl
  •      Cat Confesercenti Pescara
  •      Camera del lavoro Territoriale CGIL di Pescara
  •      Ass. S.O.H.A giovani cittadini attivi
  •      Ass. Subcity
  •      Ass. MovimentAzioni
  •      Ass. Il Pane e le Rose
  •      Ass. Millimetri

 I Fase del progetto StartHUB selezione promotori territoriali

 

Chi sono i giovani promotori territoriali di StartHUB?

Il Comune di Pescara per il progetto StartHUb seleziona attraverso avviso pubblico 25 giovani promotori territoriali da formare per attivare un percorso di partecipazione attiva per l’apertura del primo coworking/fablab pubblico cittadino. Al termine della formazione i giovani diventeranno a loro volta promotori/formatori fra i loro coetanei durante una serie di assemblee/eventi pubblici che condurranno all'individuazione e progettazione condivisa di una spazio cittadino da destinare alla realizzazione di un primo co-working fab/lab pubblico a Pescara.

 

Chi può partecipare alla selezione?

I giovani inoccupati o disoccupati, di età compresa fra i 18 ed i 35 anni con diploma di scuola superiore che non hanno beneficiato del programma Garanzia Giovani.

 

Quali titoli aggiuntivi possono fare punteggio ai fini della selezione?

Avere una laurea triennale o specialistica

Avere avuto un esperienza stabile di volontariato

Aver partecipato ai programmi di educazione informale Youth in Action e Erasmus+ (con attestazione Youthpass)

Aver svolto il Servizio Civile

 

Come saranno selezionati i promotori territoriali?

Tutti i giovani che hanno interesse a candidarsi devono presentare la domanda corredata da tutti gli allegati richiesti (curriculum, attestati, dichiarazioni, ecc.) come da bando entro e non oltre il 31 agosto 2015. La selezione avverrà considerando i titoli (con i punteggi relativi come previsto dal bando) e successivamente un colloquio.

I 25 giovani selezionati a fine del progetto riceveranno un rimborso di € 720,00 lorde e un attestato di partecipazione.

 

In quali attività saranno coinvolti i giovani promotori territoriali?

I 25 giovani selezionati saranno impegnati per il periodo di circa un anno nelle seguenti attività:

- partecipazione ad un percorso di formazione di 60h su dinamiche partecipative, cultura d’impresa, autoimprenditorialità, diritti e lavoro;

- partecipazione ad un viaggio-studio a Milano per conoscere le esperienze più importanti di cowroking;

- organizzazione e gestione delle assemblee pubbliche/eventi di presentazione del progetto e coinvolgimento di altri coetanei (almeno 10);

- realizzazione sportello StartHub;

- coordinamento e partecipazione ai workshop di coprogettazione (spazio e modalità di gestione) per la realizzazione del coworking/fablab pubblico.