C’è anche l’Abruzzo al Premio Hombres itinerante, nato nell’ottica di una ricerca culturale che consente l’incontro di autori che, attraverso i loro scritti, esprimono l’identità dei loro territori. Nel corso della cerimonia che si terrà il prossimo 17 ottobre a Predappio, verrà premiato anche Antonio Farchione, docente di Marketing alla facoltà di Economia all’Università G. d’Annunzio di Chieti – Pescara, giornalista e business coach.

Farchione riceverà il premio per la sezione Speciale Saggistica per il libro Arte e Chiesa, un testo, edito nel 2011 da Fede e Cultura, supportato da una vastissima bibliografia, che consente di comprendere perché la bellezza non “abita” più nelle chiese, nonostante moltissimi siano gli indizi che inducono a ritenere che la Chiesa e l’arte non possono fare a meno l’una dell’altra.

L’opera si rivolge ai prelati, agli studiosi di arte contemporanea, ai critici d’arte, ai curatori, agli artisti e comunque a tutti coloro che condividono l’idea che “l‘arte, quella vera, la grande arte come la chiamava Ivanov, ha bisogno della possibilità di attingere ai contenuti assoluti, cioè quelli che non dipendono dall‘uomo o dall‘artista stesso” (dalla Presentazione di Padre Marko Rupnik).

Il libro Arte e Chiesa è impreziosito da un intervento di padre Marko Rupnik, gesuita e direttore del Pontificio Istituto Orientale (Centro Aletti) e da due interviste realizzate ad Ettore Spalletti, artista di fama internazionale, e a Giacinto Di Pietrantonio, curatore e direttore della GAMeC (Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo).

Il premio, che quest’anno giunge alla sua undicesima edizione si divide in 9 sezioni, due dedicate alla fotografia (tema libero -  e tema obbligato); una per la poesia; una per la silloge di poesie; per il racconto a tema libero; la sezione dedicata al diario; quella per il giornalismo; e la sezione intitolata a Vittorio Emiliani a cui l'edizione di quest’anno è dedicata.