"L'agnello cace e ove, lo svregugna coche" cioè lo sbugiarda cuoco, è definito così in Abruzzo l'agnello formaggio e uova, secondo piatto principale del pranzo di Pasqua tradizionale Abruzzese, perchè mette a dura prova le abilità di chi lo cucina. Non si tratta di un piatto semplice, ma è delizioso, se seguirete alla lettera questa ricetta proposta dall' Hotel Beach di Tortoreto Lido farete anche voi un figurone con i vostri commensali.
Chiariamo subito che la definizione sbugiarda cuoco, o più letteralmente "fa vergognare il cuoco" , si riferisce principalmente al fatto che una volta cotta, la carne di agnello tende a diminuire di volume, ecco il motivo per cui, per aumentare la consistenza del piatto, lo si cucina con abbondante formaggio e uova.

RICETTA AGNELLO "CACE E OVE" PER SEI PERSONE:

-1,5 kg di cosciotto di agnello spolpato e fatto a spezzatino

- 1 bicchiere di vino bianco Trebbiano d’Abruzzo

-  4 uova di cui due solo tuorlo e 2 anche con il bianco

- 80 g di pecorino abruzzese grattugiato

- 2 spicchi d’aglio

- ½ limone spremuto, solo il succo

 -Abbondante Olio extravergine d’oliva

 -Sale

 -pepe

 -1 rametto di rosmarino

PREPARAZIONE

Preparazione:

 

 1) Lavate i bocconcini di agnello e asciugateli con carta assorbente da cucina.

 

 2) In una padella capiente fate rosolare gli spicchi d’’aglio nell’olio; quando saranno dorati unite i bocconcini di carne e fateli rosolare mescolando, quindi aggiungete il vino, regolate il sale, coprite e fate cuocere a fuoco molto basso per circa mezz'ora o poco più, fino a quando la carne sarà ben tenera.

 

3) Sbattete le uova con il pecorino, il pepe e il succo di limone. Terminata la cottura dell’agnello, versate le uova e lasciate addensare mescolando velocemente. Si deve formare una salsina cremosa. Trasferite lo spezzatino su un piatto da portata e servitelo caldo con un rametto di rosmarino profumato come decorazione.