Con un complice e un pitbull al seguito si era introdotto in un'agenzia immobiliare di Pescara, ma è stato bloccato da un residente nello stabile mentre stava per portare via due computer e poi arrestato da agenti della Volante, con l'accusa di rapina impropria in concorso.

Il complice è fuggito in bicicletta.Lui, un 26enne, è stato arrestato e posto ai domiciliari, in attesa del processo per direttissima domani in Tribunale a Pescara.

Il cane è stato affidato alla madre del giovane.