Il nipote di un'anziana donna morta ieri sera all'ospedale Renzetti di Lanciano e' stato arrestato nel pomeriggio dai carabinieri di Atessa con l'accusa di omicidio volontario.

Emilio Teti, 40 anni, residente a Bomba (Chieti), avrebbe picchiato la nonna 95enne nell'arco dell'ultima settimana fino a ridurla in stato comatoso. Ieri l'anziana vittima, Eliane Grimauve, e' arrivata in coma e con vasti ematomi sul corpo all'ospedale di Lanciano, dove ieri sera e' deceduta.

La segnalazione ai carabinieri di Atessa e' partita dai sanitari dell'ospedale frentano e con un'indagine lampo coordinata dal pm di Lanciano Rosaria Vecchi i militari hanno arrestato su disposizione del gip di Lanciano Massimo Canosa il nipote della donna. L'uomo, con precedenti per reati contro il patrimonio, e' stato trasferito nel carcere di Lanciano in attesa dell'interrogatorio di garanzia per accertare il movente del presunto omicidio.

L'anziana vittima, di origini francesi, viveva con la madre e il fratello del presunto omicida, sentiti dagli inquirenti in degli interrogatori che sono andati avanti per tutta la scorsa notte: nell'abitazione sono state svolte delle minuziose indagini da parte dei carabinieri del nucleo operativo di Chieti. La procura di Lanciano ha disposto l'autopsia sul corpo della donna.