Pescara . Con la sentenza del Tar n. 62 del 26 febbraio scorso i giudici amministrativi hanno rigettato il ricorso presentato dalla signora Maria Laura Floridi, in proprio e nella qualità di presidente dell’Associazione "Tutela ambiente e vita per Viale Regina Margherita e dintorni" ed altri, rappresentati, difesi dall'avvocato Patrizio Cipriani, con cui si chiedeva l’annullamento delle ordinanze sindacali n. 307/2015 del 18 giugno 2015 e n. 323/2015 del 25 giugno 2015 con le il Comune di Pescara ha riorganizzato la viabilità della zona centro e ha disposto la riduzione della Z.T.L. 3 Ambientale su viale Regina Margherita. “Un’altra decisione dei giudici amministrativi che conferma la correttezza dell'azione del Comune di Pescara nell’assumere provvedimenti finalizzati a disciplinare la mobilità cittadina – specificano il sindaco Marco Alessandrini e il vice sindaco e assessore alla Mobilità Enzo Del Vecchio - Tutte le istanze riguardanti l’ordinanza sindacale 307/2015 sono state rigettate in quanto i giudici del TAR non hanno ritenuto fondato nessuno dei motivi addotti dai ricorrenti. Il fine del ricorso era quello di ritenere o l’incompetenza del sindaco ad emanare il provvedimento, o che l’atto fosse in contrasto con i1 vigente Piano Generale del Traffico Urbano, approvato con delibera di C.C. n. 295/2005 e privo di congrua motivazione, poiché incidente su una vasta area della città e quindi con la valenza di un piano di secondo livello ex art. 36 del Codice della strada che deve essere adottato dalla Giunta e approvato dal Consiglio Comunale .

Con questa sentenza il TAR ha ritenuto,che la sola parte dell’ordinanza 323/2015 riguardante la Z.T.L. 3 Ambientale su viale Regina Margherita vada annullata, poiché per l’eliminazione della chiusura nelle giornate del sabato pomeriggio dalle 17 alle 20 i giudici hanno rilevato che “… era necessario che l’Amministrazione desse conto delle valutazioni effettuate in ordine all’incidenza delle nuove misure sug1i interessi pubblici sottesi alla istituzione e disciplina della ZTL in questione.” Un annullamento della particolare disciplina sulla ZTL 3 Ambientale che sarà oggetto di immediato adeguamento da parte dell’Amministrazione comunale, in linea, peraltro, con tutta l’attività in corso e che prevede l’installazione di una telecamera anche su Via Leopoldo Muzii, così come richiesto anche dai residenti, cosa che fa venir meno l’utilizzo delle transenne che sistematicamente vengono spostate con inefficacia del provvedimento di tutela che lì si vuole conservare”