L'IndieRocket festival torna al Parco Ex Caserma Di Cocco di Pescara da venerdì 26 a domenica 28 giugno e, centrale nella realizzazione, nelle iniziative collaterali è l'idea di verde pubblico come luogo della collettività e delle relazioni sociali che, nella prospettiva più ampia e ambiziosa di area metropolitana, il verde deve assumere nuovi ruoli, non solo decorativi ma anche ecologici, sociali, culturali e turistici.

Ad arricchire il festival laboratori per ragazzi volti ad incrementare il coinvolgimento delle nuove generazioni in attività artistiche e sportive, in un parco che spesso passa inosservato, allo scopo di fornire il proprio contributo alla formazione di una cittadinanza consapevole delle risorse dei luoghi che vive.

Chiunque lo desideri, può sostenere tutte le attività del festival, ad ingresso gratuito entro le ore 21, sia attraverso la campagna di crowdfunding (www.produzionidalbasso.org) sia acquistando in anticipo l'abbonamento presso la libreria Primo Moroni a Pescara.

Nel dettaglio, tutti i giorni dalle 17 alle 19 si svolgerà il laboratorio musicale d'insieme a cura di Osvaldo Bianchi e l'Associazione musicale "Sottosuono", per giovani dai 6 ai 18 anni.

Sempre dalle ore 17 alle 19, la Scuola Internazionale di Comics organizza il laboratorio di fumetto per ragazzi 7-14 anni, che culminerà nella performance del fumettista Vincenzo Cucca (Disney Italia, Marvel) che si esibirà in live painting sabato 27.

Sabato e domenica mattina alle ore 13.00 si terranno le lezioni di hatah yoga a cura dell'Associazione culturale Abruzzo Mindfulness. Nei pomeriggi degli stessi giorni invece dalle ore 17 alle 19 sarà la volta del Taiji quan, antica arte marziale cinese appartenente agli stili interni di wushu-kung fu, con l'allenatrice C.S.W.K. (Centro Studi Wushu Kungfu) Marta Spina.

Un modo per recuperare il contatto con il verde e con se stessi. Inoltre per i ragazzi più scatenati: sabato dalle 18 alle 20 Fingerskate, ovvero la riproduzione in scala di uno skateboard con cui si possono riprodurre le stesse evoluzioni che si realizzano con lo skate vero e proprio, attraverso l'utilizzo delle dita, a cura di Urban Resize ed una lezione introduttiva al Parkour disciplina urbana nata in Francia negli anni 80, a cura dell'associazione OpenMove, domenica dalle 18 alle 20.