Il Comune di Pescara annuncia la revoca, per domani 28 luglio, del divieto di balneazione su via Galilei 

Del Vecchio direttamente sul sito del Comune: "Al lavoro per la rimozione della diga foranea".


Continuando con:

“Nella giornata di domani, appena acquisita l’autorizzazione da parte della Regione Abruzzo, già preannunciata in data odierna, il sindaco Marco Alessandrini emetterà l’ordinanza di revoca del divieto di balneazione anche per via Galilei. E’ questo il dato significativo che emerge dalle analisi svolte dall’Arta lunedì scorso e che hanno fatto registrare ancora conformità per via Muzii e via Galilei, ma purtroppo hanno anche evidenziato lo sforamento del solo parametro dell’escherichia coli per via Balilla.

Un risultato che va guardato comunque con positività, poiché riconsegna al settore della balneazione e al comparto turistico estivo la balneabilità di un importante tratto della spiaggia della nostra città, a cui si è pervenuti grazie all'intensa attività di monitoraggio, verifica e repressione di quanto accade lungo l’asta fluviale nel territorio della città di Pescara. Esito, però, che ci consegna ancora amarezza per il punto di campionamento di via Balilla, a dimostrazione che oltre all’attenzione verso il fiume bisogna guardare alla diga foranea e alle sue disastrose implicanze che ha generato e continua a generare per sanare la questione del mare. Per questo, insieme con tutta la filiera istituzionale nazionale, regionale e locale, stiamo lavorando affinché si possano rimuovere quei fattori che ancora ostacolano il perseguimento della qualità delle acque del fiume e del mare.

Il provvedimento di domani è un provvedimento ponderato, che va al di là dei parametri minimi per la riapertura alla balneazione, infatti, insieme con la Regione Abruzzo, abbiamo ritenuto di attendere qualche campionamento in più rispetto a quelli strettamente necessari per emettere l’ordinanza di revoca del divieto di balneazione su via Galilei. E’ stata un’attesa lunga e faticosa, ma che ripaga degli sforzi fin qui compiuti e che auspichiamo possano riconsegnare agli operatori interessati uno scorcio di stagione balneare all’insegna della normalità e della serenità che è andata perduta per l’inerzia di troppi anni sul fronte della lotta all'inquinamento del fiume”.