PESCARA - Provano a rapinare un’agenzia di viaggi ma non trovano nessuno all'interno: i due maldestri rapinatori si accontentano di una manciata di dépliants e scappano.

Nella serata di ieri, intorno alle 20.00, una pattuglia dei Carabinieri di Pescara transitando in centro ha notato uno scooter davanti ad un’agenzia di viaggi con a bordo un giovane con indossato il casco. La scena ha attirato l’attenzione dei militari, i quali hanno avuto la certezza che qualcosa non andava quando pochi istanti dopo hanno visto uscire di corsa un’altra persona con indosso il casco ed un borsone che con molta fretta è salito sullo scooter partito a razzo.

Nonostante le sirene, i due malviventi, grazie al traffico, sono riusciti a dileguarsi dopo un breve inseguimento, perdendo però nella fuga una pistola, immediatamente recuperata dai militari e risultata poi essere una scacciacani priva di tappo rosso, identica copia in metallo di quella in dotazione alle forze di polizia.

Tornati nell'agenzia i militari hanno ricostruito quanto accaduto: un malvivente è entrato armato e con casco indossato all'interno del negozio per rapinare dell’incasso il titolare, ma per sua sfortuna, una volta all'interno, non ha trovato nessuno: l’uomo era in un locale nel retro del negozio!

Vedendo però sul bancone un borsone, ha immaginato che potesse contenere denaro e senza pensarci un attimo se ne è impossessando scappando via. Magro, invece, il bottino: 2 cappellini e qualche brochure.


Sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri di Pescara, alla ricerca degli sfortunati rapinatori.