Pescara . Nuovo blitz della Polizia municipale e di Attiva nel Mercato Ittico cittadino, gli agenti intervenuti questa mattina nei pressi del porto con il duplice obiettivo di bonificare l'area dagli scarti di pesce scaricati abusivamente e perseguire chi li conferisce abusivamente nei cassonetti gli avanzi, maleodoranti, della lavorazione del pesce che, invece, necessitano per legge della raccolta differenziata in quanto rifiuti speciali.

L'area è stata finalmente bonificata, con la rimozione del materiale abusivamente conferito ed il lavaggio delle strade" - hanno spiegato in una nota congiunta gli assessori Del Vecchio, Cuzzi e Marchegiani -"ma l'intervento di sarà accompagnato da una azione dura nei confronti di chi conferisce abusivamente rifiuti speciali in quell'area." - continua la nota -"Grazie alle telecamere installate in zona saranno individuati e sanzionati i responsabili, e ci sarà tolleranza zero. SI tratta di gesti di inciviltà che penalizzano l'immagine della città, colpiscono un intero quartiere con odori nauseabondi e scaricano sulla collettività i costi di smaltimento che devono invece essere a carico di chi produce tali rifiuti speciali. Dopo la mattina di oggi inizia una vera e propria campagna massiccia: saranno effettuati controlli a tappeto nei confronti delle attività che per legge devono munirsi del servizio di raccolta speciale per il conferimento di tali rifiuti e che ne sono ancora sprovvisti. Oggi intanto va invece il sentito ringraziamento alla Polizia Municipale e ad Attiva SpA".

Saranno quindi presto installate delle telecamere in tutta la zona del mercato proprio per individuare i "furbi del cassonetto" per evitare il ripetersi delle conseguenze dei comportamenti incivili di chi conferisce i rifiuti speciali nei normali cassonetti dell'immondizia provocando cattivo odore dovuto al marcire degli scarti della lavorazione del pesce e la fuoriuscita di liquami dagli stessi cassonetti che inevitabilmente sporcano e rendono viscide le strade intorno al Mercato Ittico.