“Ci è stata comunicata da parte di TUA la disponibilità alla riconsegna dell’area della strada Parco fino al 31 marzo, questo nuovo elemento ci consente di cogliere la sfida dello spostamento del mercato di Piazza Duca sulla strada parco che è un obiettivo per cui abbiamo lavorato sin dal primo giorno del nostro insediamento e che abbiamo già deliberato in giunta – così l’assessore alle Attività produttive Giacomo Cuzzi - Tale riconsegna, anche se relativa ad un periodo limitato, di fatto sblocca un’attesa che si è protratta fino ad oggi per ragioni indipendenti dalla nostra volontà: il Comune ha infatti sia amministrativamente che a livello tecnico, avviate le procedure principali affinché tale spostamento potesse avvenire.
 
La sfida è riuscire a completare questo lavoro a strettissimo giro, per queste ragioni gli uffici sono già al lavoro: la prossima settimana ci sarà un sopralluogo per il verbale di riconsegna e a seguire procederemo a realizzare la segnaletica orizzontale necessaria per sistemare gli operatori. Domani partiranno anche le convocazioni dirette a tutti gli operatori aventi diritto, sono circa 130, affinché partecipino agli incontri che si terranno martedì e mercoledì prossimi per la scelta dei posti, come prevede la normativa; su quest’ultimo punto contiamo di avere la loro massima collaborazione e quella delle associazioni di categoria interessate, affinché si possa procedere in velocità. Una volta spostato il mercato, l’obiettivo sarà quello di chiedere proroghe a TUA e Alpiq per continuare ad avere la disponibilità dell’area oltre il 31 marzo e di conseguenza assicurare una migliore fruibilità e organizzazione ai cittadini e agli operatori mercatali finché non si definirà la piena funzionalità di quell’area”.
 
 
 
"Ci attendono due sfide in questo momento, la prima è riuscire a riposizionare il mercato sulla strada parco entro questa proroga del 31 marzo che Alpiq ha comunicato a TUA – aggiunge il presidente del Consiglio Antonio Blasioli - la seconda è rendere definitiva questa dislocazione, considerando che a Montesilvano il mercato non è mai stato dislocato e che quel tratto che verrebbe utilizzato non sarà soggetto a lavori e comunque il solo impiego di mercoledì mattina non ostacolerebbe piccoli lavori eventualmente da eseguire. Va considerato che il precedente mezzo che doveva transitare sulla strada parco era il Phileas, la cui ditta è fallita. Regione e Tua non hanno ancora scelto un vettore sostitutivo capace di integrare le condizioni che il Presidente D'Alfonso ha avuto modo di esternare più volte e che da una scelta, che oggi manca, occorrerebbero due anni prima di vedere operativo il mezzo. Fino ad allora è utile riportare il mercato sulla strada parco. Questo tempo è sufficiente a legittimare l'ingaggio di questa sfida: riposizionare il mercato entro il 31 marzo e poi chiedere delle proroghe per i prossimi anni. So che l'assessore Cuzzi si è messo a lavoro tempestivamente. Gli uffici sono preparati, l’auspicio è non trovare altri ostacoli al raggiungimento del risultato, ostacoli, che vale la pena ribadire, non sono dipesi dal Comune ma dalla disponibilità dell'area.
 
È un risultato che fa molto comodo quello del ritorno del mercato sulla strada parco. Fa comodo ai residenti, agli operatori ma anche all'aria ed alla mobilità della nostra città che in questo momento non vive un buon momento”.