Pescara . Non si ferma la protesta dei lavoratori interinali di Attiva, la società municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti e della pulizia delle strade. A causa di un vuoto legislativo, dopo otto anni di precariato, i lavoratori non possono essere stabilizzati e rischiano di rimanere a spasso.

Sono ormai 5 giorni di sit in sotto il Comunde di Pescara, sono state chieste anche le dimissioni del sindaco Alessandrini e , da oggi, è stato organizzato anche un banchetto per una raccolta firme di solidarietà dei cittadini.