Si svolgerà domani, sabato 30 aprile alle ore 20,30 presso il Palaelettra il primo Trofeo d’Annunzio, evento di pugilato agonistico a cura dell’ASD Boxing Team Simone Di Marco, presentato stamane nella conferenza stampa a cui hanno partecipato il sindaco Marco Alessandrini, il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli, gli assessori allo sport Giuliano Diodati e all’Istruzione Giovanni Di Iacovo e il responsabile dell’Asd Simone Di Marco, oltre agli atleti.
 
 
 
“Pescara e l’Abruzzo hanno una bella tradizione in tema di boxe – dice l’assessore allo Sport Giuliano Diodati – Questo trofeo nasce per diventare una tradizione, oltre che una vetrina per i nostri talenti. Parliamo di ragazzi che vivono lo sport come disciplina e opportunità, in questo si evidenzia la valenza altamente sociale di questo sport che contribuisce a creare opportunità per chi ama praticarlo. Vi invitiamo tutti ad assistere all’iniziativa, perché vogliamo continuare e rinverdire la nostra tradizione”.
 
 
 
“Un’iniziativa di valore che cade nei 100 anni della Federazione Pugilistica Italiana – aggiunge il sindaco Marco Alessandrini - Il ruolo sociale dello sport significa togliere dalla strada e da cattive frequentazioni ragazzi e ragazze, come fece D'Amato, il mentore di Tyson. Un bell’esempio di come lo sport migliori la vita di chi lo pratica e diventi un percorso fortunato e di soddisfazioni”.
 
 
 
“Ringrazio l'Amministrazione per l'attenzione concessa al Trofeo – dice Simone Di Marco - l'intento è conferire al pugilato l'attenzione che merita, perché quando praticata nella giusta modalità la boxe diventa un valore aggiunto per chi la sceglie e per chi assiste alle competizioni. Il trofeo raggruppa i nomi migliori sulla piazza, come Alfonso Di Russo affermatosi in modo grandioso a livello nazionale e internazionale, pugile di Pescara Porta Nuova, che ha vestito la maglia azzurra in modo esemplare, ha vinto 4 titoli italiani, tre dei quali contro le Fiamme Oro, che raggruppa pugili di mestiere. Combatterà domani sera contro un agguerrito avversario. Essere riusciti in poco tempo a creare match con ragazzi che hanno avuto risultati tanto importanti non è cosa frequente. Oltre lui ci sono anche Alessandro D'Amore, Alessandro Azzaro, Jasmine Di Felice
Fabiola Sprecacenere, Luca Iovoli, Giampiero Di Girolamo, Francesco Macchia, Antonio Pettinicchio, Matteo Primavera e Matteo Tricca. Il pugilato non si fa per moda, ma ti sceglie. Di tutto rispetto anche la sezione femminile con Jasmine Di Felice che ha vestito la maglia azzurra, e Fabiola Sprecacenere che è seconda in Italia per la sua categoria. Saranno 10 i combattimenti, incontri da 4 riprese da due minuti per il femminile e tre da tre minuti per i maschi”.
 
 
 
“Simone Di Marco appena eletti venne a proporci un evento che mettemmo in campo subito – aggiunge il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli - E' importante quello che la boxe fa perché toglie tanti ragazzi dalla strada e per questo va a il ringraziamento dell'Amministrazione. Il Trofeo inoltre è intitolato al d'Annunzio che fu un giornalista sportivo e provò l'ebbrezza della boxe”
 
 
 
“Mi hanno appassionato gli incontri olimpici notturni e da allora seguo la boxe – aggiunge l’assessore Giovanni Di Iacovo - Tutte le energie giovanili se vengono incanalate in modo coraggioso portano frutto, io penso che la boxe via giusta per crescere e utilizzare la voglia di azione che tanti ragazze e ragazzi si portano dentro”.