Pescara . "Ore 10.45 siamo riusciti a bloccare il taglio di questo bellissimo pino d'Aleppo. camion della ditta incaricata di tagliare i pini va via! Abbiamo fatto intervenire la Soprintendenza che il comune ha mancato di interpellare. Questi pini fanno parte di filari storici , che hanno dai 70 ai 100 anni e secondo la Legge nazionale n.10 del 2013 dovrebbero essere protetti.
Il comune di Pescara secondo questa legge avrebbe dovuto fare un censimento degli alberi e dei filari monumentali . Cosa che naturalmente non è stata fatta. Confidiamo ora sul l'intervento tempestivo della dott. Pecchione, Soprintendente ai beni culturali e paesaggistici, che potrà bloccare definitivamente, con un decreto di interesse, questo scempio. Stay tuned" - Così Loredana Di Paola , una delle ambientaliste che ha sollevato il problema del taglio dei Pini del Centro di pescara dal suo profilo Facebook

Non accennano a placarsi le polemiche per il taglio di alcuni pini di via regina Margherita voluto dal Comune dopo una perizia. Da questa mattina molti cittadini hanno creato un presidio permanente sulla centralissima via che porta a Piazza Salotto per impedire agli operai di tagliare altre piante , in attesa di un pronunciamento della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Culturali che potrebbe decidere la chiusura dei lavori .
In comune si difendono , tramite il vicesindaco Enzo Delvecchio dichiarando che gli alberi destinati all'abbattimento sono malati o pericolosi per le persone . In effetti gli schianti di pini avevano destato più di qualche preoccupazione durante il ventoso inverno passato . Inoltre , lo stesso vice sindaco aveva già annunciato che tutte le piante ad alto fusto tagliate saanno sostituite .
Un " pinicidio " per garantire la sicurezza pubblica ?
"bisogna evitare il taglio indiscriminato e uno scempio alla città" fanno sapere dal presidio i manifestanti .