Pescara . Dalla settimana prossima, dopo quattro anni di attesa, i cittadini di via Vespucci potranno finalmente "tornare a vedere la luce". Salvo inconvenienti tecnici o legati al cattivo tempo, infatti, lunedì una delle due squadre del verde del Comune di Pescara avvierà i lavori di potatura dei grandi platani che costeggiano ambo i lati della lunga e centralissima via Vespucci, dalla quale arrivano quotidianamente al Comune segnalazioni e richieste di intervento.

Un'operazione che comporterà sicuramente diverse settimane di lavoro, considerato il corposo numero di alberature presenti sulla strada e la mole di materiale da potare, ma che permetterà ai residenti della zona di vivere una primavera in totale sicurezza. I platani, infatti, sono spesso attaccati dalle tingidi, insetti urticanti e infestanti, creando non pochi disagi ai cittadini che abitano nei viali alberati. A

tal proposito, contestualmente, a partire da metà marzo, periodo di ripresa vegetativa, interverremo su tutti i platani della città con interventi di endoterapia, al fine di tutelare la salute pubblica dei cittadini. I segnali stradali, per invitare i residenti a non parcheggiare le auto lungo i due lati dell'arteria, sono stati già posizionati, così come lo sono stati a piazza Duca degli Abruzzi, dove, sempre a partire da lunedì, la seconda squadra del servizio comunale provvederà alla potatura dei tigli e delle altre specie arboree presenti sulla piazza.

Da cronoprogramma, salvo intoppi, entro mercoledì prossimo i lavori a piazza Duca dovrebbero concludersi e, a quel punto, gli operatori del verde si recheranno in via Lazio, dove da tempo, ormai, la folta chioma dei tigli invade i balconi degli appartamenti e delle abitazioni. Una volta concluse queste operazioni ci concentreremo sulle ulteriori emergenze segnalate e valutate dagli agronomi di Palazzo di Città tra cui un tratto di Viale Bovio e via Milite Ignoto, che speriamo di riuscire a fare prima del fermo delle operazioni di potatura delle caducifoglie a metà marzo, ovvero periodo iniziale di ripresa vegetativa, durante la quale non è più possibile "toccare" le piante, dato che il rischio sarebbe quello di danneggiarle in maniera irreversibile. Fino al prossimo autunno sarà possibile solo sfrondare e intervenire sulle sempreverdi, ovvero pini, lecci e palme.

"So bene quanto questa notizia non farà piacere ai tanti pescaresi che aspettano da tempo che gli alberi lungo la propria via vengano potati e a nome dell'Amministrazione chiedo scusa a tutti loro per non essere riusciti a soddisfare le tante esigenze, ma ad oggi il personale e i mezzi a nostra disposizione sono troppo esigui per far fronte a tutte le criticità. " - Ha assicurato l' Assessore Di Pietro " Posso però assicurare che l'attesa è quasi finita. Entro l'estate avremo sicuramente concluso il bando delle potature, che prevede l'affidamento del servizio ad una ditta esterna e specializzata che si occuperà di intervenire su 2000/3000 alberature cittadine. Dal prossimo autunno, dunque, potremmo non solo agire sulle piccole emergenze, ma anche occuparci del restyling degli alberi di lunghe vie quali via del Santuario, via di Sotto, viale Marconi, Viale Bovio, via Benedetto Croce e molte altre